Home Attualità Anno scolastico 2018/19, gli auguri di Conte e Salvini. Bussetti vuole docenti...

Anno scolastico 2018/19, gli auguri di Conte e Salvini. Bussetti vuole docenti più formati

CONDIVIDI

Dopo l’Alto Adige, il 10 settembre ha preso il via il nuovo anno scolastico in quattro regioni: Abruzzo, Basilicata, Friuli Venezia Giulia e Piemonte. Parole di incoraggiamento, verso gli studenti e il personale scolastico, sono giunte da diversi esponenti del governo M5S-Lega.

Conte: studiate, divertitevi, date il meglio

Ad iniziare dal presidente del Consiglio: “Un nuovo anno scolastico sta iniziando. Il mio in bocca al lupo a tutti i ragazzi e le ragazze: studiate, divertitevi, date il meglio e abbiate ogni giorno fiducia in voi stessi. E buon lavoro agli insegnanti. #scuola #primogiornodiscuola”, ha scritto su Twitter il premier Giuseppe Conte.

Icotea

Bussetti: studenti attori principali

Di cambiamenti da fare, probabilmente anche nel corso di quest’anno, ha parlato invece il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti: intervistato da Rai Radio 1, nel corso della trasmissione “Tutti in classe”, il responsabile del Miur ha detto che “la scuola che ho in mente si deve muovere su dei parametri che dovranno avere al centro dell’attenzione i bambini”.

“Penso – ha continuato – che i nostri studenti siano i nostri principali attori e noi abbiamo una grande responsabilità nei loro confronti”. Il ministro si è quindi soffermato sui 7 miliardi di euro investiti “per sostenere i costi relativi alle certificazioni degli edifici”.

I docenti e la didattica innovativa

A proposito del nuovo reclutamento dei docenti, Bussetti ha promesso procedure “più veloci, chiare e semplici”. “Devono permettere alla scuola italiana di avere insegnanti giovani. Lo si fa magari anche attraverso dei percorsi paralleli con certificazioni e abilitazioni che i nostri studenti posso ottenere nel loro percorso universitario”, ha sottolineato.

Interpellato sull’innovazione a scuola, il ministro ha dichiarato che va cercata “nella didattica, nella metodologia non solo nell’acquisto di strumenti ma nel saperli poi usare al fine di innovare una didattica”.

“Per questo occorre lavorare molto sulla formazione dei docenti perché poi sappiano trasformare questi strumenti per una didattica innovativa”, ha concluso il titolare del Miur.

Salvini si rivolge alla figlia via twitter

A parlare di scuola, sempre lunedì 10 settembre, è stato anche il vice presidente del Consiglio e ministro dell’Interno: Matteo Salvini, con un tweet ha fatto gli auguri alla figlia in vista del suo primo giorno di scuola: “Buon primo giorno di scuola Principessa!”.