Home Politica scolastica Appello della Cei al Governo: gli investimenti sulla Scuola non bastano

Appello della Cei al Governo: gli investimenti sulla Scuola non bastano

CONDIVIDI

“Alla scuola il Governo sta dando attenzione ma non è ancora sufficiente: senza investimenti nella formazione non si va da nessuna parte”.

A chiedere più attenzione al comparto Istruzione è stato, sabato 7 novembre, il segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino: la richiesta di attenzione per la scuola è stata fatta parlando a Tv2000.

Icotea

Il segretario generale dei vescovi italiani non è entrato nel merito della critica al Governo, ma il riferimento è anche alla scarsità di finanziamenti statali per le paritarie. Come anche alla mancata estensione del bonus di aggirnamento annuale da 500 anche ai docenti delle scuole in servizio sempre nelle scuole paritarie (rivendicato in questi giorni dalla Fism). 

 ha citato la scuola parlando del “problema grave che è quello del lavoro dei giovani. Abbiamo il problema della disoccupazione giovanile, dobbiamo metterci a lavorare insieme, sicuramente così avremo tanti giovani che cominceranno a credere di più negli adulti”.

 

{loadposition motivare}

 

Galantino ha quindi fatto l’esempio del progetto Policoro promosso dalla Cei per aiutare i giovani disoccupati del Sud Italia e “nato 20 anni fa ad opera di don Mario Operti, un sacerdote veramente illuminato. Il progetto è nato perché la Chiesa ha sentito l’esigenza di passare dalle parole ai fatti: aiutare i nostri ragazzi da una mentalità assistenzialista ad una mentalità protagonista”.

“Anche attraverso l’8xmille si stanno realizzando molte cose come il prestito della speranza e il credito d’impresa. Sono tutte realtà che attraverso l’8xmille sono vive”, ha concluso il segretario generale dei vescovi italiani.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola