Home Archivio storico 1998-2013 Generico Approvato il decreto legge sulla proroga delle graduatorie

Approvato il decreto legge sulla proroga delle graduatorie

CONDIVIDI
  • Credion

Nomine in ruolo: tutto rimandato. Il Ministero della Pubblica Istruzione non è riuscito a rispettare il termine del 31 agosto per il conferimento delle nomine a tempo indeterminato ed ora ricorre alla decretazione d’urgenza. D’altra parte la mole degli adempimenti era estremamente gravosa, anche per effetto del disposto della legge 124/99, che prevede l’istituzione delle cosiddette graduatorie permanenti. Di qui la necessità di ricorrere a una proroga che farà slittare le nomine nel corso dell’anno scolastico 2000/2001. L’Amministrazione ha avuto cura di tutelarsi dai ricorsi mediante la previsione della retrodatazione giuridica della nomina al 1° settembre 2000, ai fini della carriera.
In più il decreto contiene una norma che dispone la riconferma degli incarichi di supplenza annuale conferiti lo scorso anno. Ciò in forza della necessità di assicurare il normale avvio dell’anno scolastico.

Infine, il testo normativo recepisce le norme sull’autonomia presenti nel collegato alla finanziaria. Le dotazioni finanziarie delle istituzioni scolastiche saranno attribuite senza vincolo di destinazione, in base alla legge n. 59/97, art. 21, comma 5 che così dispone: "La dotazione finanziaria essenziale delle istituzioni scolastiche già in possesso di personalità giuridica e di quelle che l’acquistano ai sensi del comma 4 è costituita dall’assegnazione dello Stato per il funzionamento amministrativo e didattico, che si suddivide in assegnazione ordinaria e assegnazione perequativa. Tale dotazione finanziaria è attribuita senza altro vincolo di destinazione che quello dell’utilizzazione prioritaria per lo svolgimento delle attività di istruzione, di formazione e di orientamento proprie di ciascuna tipologia e di ciascun indirizzo di scuola".

Restano confermati i finanziamenti alle scuole per l’acquisto di attrezzature informatiche.