Home Politica scolastica Aumenti per i dipendenti Miur, forse senza contrattazione

Aumenti per i dipendenti Miur, forse senza contrattazione

CONDIVIDI
  • Credion

Per il personale degli uffici centrali e regionali del Ministero dell’Istruzione stanno arrivando un po’ di quattrini. Lo rende noto il sottosegretario Davide Faraone

La notizia arriva dall’Ansa, alla quale Faraone ha dichiarato: “Grazie al personale dell’amministrazione centrale del Miur e di Uffici scolastici regionali per il loro lavoro per l’attuazione della Buona Scuola. Finalmente stiamo definendo per loro un doveroso riconoscimento economico”.

Icotea

In concreto si tratta di incrementi di stipendio e aumento del fondo per gli straordinari.

“Finalmente – spiega ancora Faraone – stiamo definendo i dettagli per un doveroso riconoscimento al personale dell’amministrazione centrale del ministero dell’Istruzione e di quello degli Uffici scolastici regionali, che anche questa estate sta lavorando in maniera infaticabile per l’attuazione della Buona Scuola. Per questi professionisti, dopo oltre 6 anni, finalmente arrivano le progressioni economiche: si tratta di incrementi di stipendio che possono arrivare anche fino a mille euro annui che verranno distribuiti a circa il 60% dei dipendenti e che saranno permanenti”.

I dettagli dell’operazione non sono ancora del tutto chiari, soprattutto non si capisce se questo sia il risultato di un confronto con le parti sociali o se, al contrario, si tratti di una decisione assunta in modo unilaterale dall’escutivo: se ne saprà qualcosa di più nelle prossime ore quando anche i sindacati forniranno la loro versione.