Home Attualità Autismo, Faraone incontra Samuele neo-diplomato col massimo dei voti

Autismo, Faraone incontra Samuele neo-diplomato col massimo dei voti

CONDIVIDI

Il sottosegretario all’istruzione, Davide Faraone, continua ad impegnarsi sul fronte dell’istruzione di qualità e del sostegno adeguato agli alunni disabili.

Lunedì 18 luglio si è recato nel popoloso quartiere “Carrubbazza” a Gela, in provincia di Caltanissetta, a far visita alla famiglia di Samuele Di Natale, il ragazzo autistico diplomatosi nei giorni scorsi col massimo dei voti e l’applauso di commissari e presidente.

Icotea

Al termine dell’incontro, il sottosegretario ha detto che “oggi è stato bello ed emozionante, essere qui, dove ho visto molto di mia figlia, del mio percorso familiare e quindi voglio continuare questo cammino di vicinanza a questa famiglia. Il compito delle istituzioni – ha aggiunto il sottosegretario all’Istruzione – è quello di fare sentire meno soli i genitori e costruire le condizioni affinché ragazzi come Samuele possano essere accompagnati durante tutto il ciclo di una vita, quindi dalla scuola al percorso lavorativo, al dopo di noi. È un impegno che questo governo sta portando avanti, tant’è che abbiamo fatto la prima legge sull’autismo della Repubblica italiana e istituito una fondazione che sta finanziando numerosi validi progetti”.

Faraone ha auspicato che le famiglie dei soggetti autistici possano organizzarsi per trovare gli strumenti per aiutare tutti. Contatti sono stati avviati con il direttore generale dell’Asp n.2 di Caltanissetta per verificare se e come sono state utilizzate le risorse di bilancio destinate all’autismo, “che vanno incrementate”.

Alla domanda dei cronisti se sorgerà mai a Gela un centro diurno per autistici, Faraone ha risposto: “Questo è un dovere morale. Intanto a settembre faremo incontrare Samuele con Jerry Scotti, a Roma, così come lui ha chiesto al presidente Renzi. Poi dovremo dare risposte che restano, come un centro per l’autismo, e il diritto al lavoro per ragazzi come Samuele”.

In generale, sul sostegno il Governo rimane impegnato nella realizzazione della legge delega, prevista dalla Buona Scuola, che dovrebbe essere approvata in via definitiva nel 2017.

 

{loadposition eb-sviluppo-psicologico}

 

 

{loadposition facebook}