Home Attualità Azzolina sulla caduta del Governo: niente pronostici, cercheremo di trovare la sintesi

Azzolina sulla caduta del Governo: niente pronostici, cercheremo di trovare la sintesi

CONDIVIDI
  • Credion

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina è stata ospite al programma televisivo di Myrta Merlino L’Aria di domenica e torna a parlare di scuola, di sicurezza, di rientro in classe, ma anche della possibile caduta del Governo mercoledì sul Mes.

La conduttrice Myrta Merlino è diretta: “Lei giovedì sarà ancora ministro?” chiede alla sua ospite.

Icotea

La Ministra sorride e risponde diplomatica: “Non faccio pronostici, non mi piace, io credo che si debba arrivare a una soluzione che vada bene per tutta la maggioranza di Governo. Dobbiamo ragionare da persone mature, dato il periodo gravissimo che si sta vivendo. Al cittadino non interessa Mes o non Mes. Questa maggioranza è sempre riuscita finora a trovare una sintesi. Si può fare sempre meglio ma credo che insieme al Parlamento si troverà una sintesi.”

Lei è di sinistra?

E alla domanda “Lei è di sinistra?” la Ministra mostra quasi un certo imbarazzo: “Una domanda così a una del M5S?” ribatte. E risponde: “Sicuramente il mio cuore è più verso quei valori. Non a caso abbiamo stanziato 236 milioni di euro per acquistare libri per i meno abbienti.”

“Per chi votava prima?”

“Votavo a sinistra,” confessa. “Ma, se posso, la sinistra vera, quella che ho studiato nei libri di storia. Io ho anche dei valori per cui: per me l’uguaglianza è uguaglianza nei diritti, poi ognuno secondo i propri meriti.”

E spezza una lancia a favore della propria parte politica: “Io mi sono molto impegnata nella vita, e dal M5S ho avuto l’opportunità di entrare in politica. Non so quante altre forze politiche sono in grado di avere questo slancio di generosità.”

La scuola per la Ministra

Quindi ripiega sulla scuola: “I miei docenti mi hanno dato anche una buona dose di autostima, che è importante nella scuola. Si cade nella vita, ma l’importante è sapersi rialzare. I miei docenti mi aprivano la biblioteca, mi hanno insegnato un metodo di studio, mi hanno insegnato a fare da sola.”

“La scuola serve a insegnare agli studenti a volare.”

La Ministra ha parlato anche di CALENDARI SCOLASTICI ed è tornata sulla polemica contro Il Tempo.