Home Archivio storico 1998-2013 Generico Bandite circa seimila borse di studio Inpdap

Bandite circa seimila borse di studio Inpdap

CONDIVIDI
  • Credion
Cinquemilasettecento borse di studio sono state bandite dall’Istituto nazionale di Previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica e così ripartite: 1.000 borse da euro 750,00, per la frequenza dell’ultimo anno del corso medio inferiore; 3.500 borse da euro 750,00, per la frequenza dei primi quattro anni del corso medio superiore (ginnasi, licei, istituti tecnici, istituti magistrali, istituti professionali, conservatori e corsi di formazione professionale, questi ultimi di durata non inferiore a 6 mesi); 1.200 borse da euro 1.000,00 per la frequenza del quinto anno del corso medio superiore.
Posso partecipare al concorso i figli e gli orfani di iscritti e di pensionati Inpdap, ai sensi del decreto ministeriale 28 luglio 1998, n. 463, art. 11, comma 1, lett. a).
Sono equiparati ai figli legittimi degli iscritti (e se deceduti agli orfani degli stessi), i legittimati, i figli adottivi, gli affiliati, i figli naturali legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati e gli esposti regolarmente affidati.
Le domande di partecipazione al concorso vanno redatte esclusivamente sul modello da ritirarsi presso gli uffici provinciali dell’Inpdap o da ricavare dal sito Internet dell’Istituto all’indirizzo http://www.inpdap.gov.it nella sezione “Bandi, concorsi e graduatorie” o nella sezione “Modulistica”.
Le domande, complete di tutta la documentazione richiesta,devono essere presentate o inviate, entro il termine inderogabile del 15 dicembre 2006, alla sede Inpdap: della provincia dove è ubicato l’Ente datore di lavoro di appartenenza dell’iscritto, nel caso in cui la domanda riguardi figli e orfani di iscritti; della provincia dove è ubicata la residenza, nel caso in cui la domanda riguardi figli e orfani di pensionati.
Per maggiori chiarimenti consultare il bando scaricabile dal sito sopra citato.