Home Didattica BES e DOP, cos’è il disturbo oppositivo provocatorio?

BES e DOP, cos’è il disturbo oppositivo provocatorio?

CONDIVIDI

Quali sono i disturbi dell’apprendimento o del comportamento più diffusi nelle nostre classi? Cosa si intende per Dop? Dop è l’acronimo che sta per Disturbo Oppositivo Provocatorio. Quali sono i comportamenti oppositivi e come gestirli in classe? (VAI AL CORSO DOP: strategie di intervento in classe)

Il Dop comporta, da parte dell’alunno, atteggiamenti conflittuali e rifiuto di adeguarsi alle normali regole condivise dalla classe. Il rifiuto di fare i compiti o di seguire la lezione sono ulteriori segnali di una condizione di disagio, alla quale il docente non dovrebbe reagire con autorità, ma con ascolto e comprensione; con pazienza; con critiche costruttive; con la promozione delle capacità e dei talenti dell’alunno; con attività di gruppo volte a favorire la cooperazione.

Icotea

Necessità di ricorrere all’insegnante di sostegno?

In questi casi è doveroso ricorrere all’insegnante di sostegno? No, i casi descritti non richiedono l’insegnante di sostegno (non necessariamente) in quanto non riguardano condizioni di vera e propria disabilità. Tuttavia, in presenza di casi certificati da una diagnosi, è necessario predisporre il piano didattico personalizzato in quanto ci troviamo in presenza di diagnosi riconosciute e dunque di bisogni educativi speciali (Bes), i quali richiedono interventi educativi speciali.

Il corso

Su questi argomenti il corso DOP: strategie di intervento in classe, in programma dal primo febbraio 2022, a cura di Marco Catania.