Home Attualità Bianchi: “Tornati i giorni di festa e il senso della patria. In...

Bianchi: “Tornati i giorni di festa e il senso della patria. In Italia spesso senso di autoflagellazione”

CONDIVIDI

Si è svolto questa mattina l’evento “Educare alla biodiversità”, organizzato dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con il Ministero della Transizione Ecologica. Ad intervenire, oltre il ministro della Transizione Ecologica Cingolani, anche il ministro dell’istruzione Bianchi:

“Il Governo aveva un forte mandato di rilancio del Paese. Lavoro difficilissimo ma pieno di passione. Grazie al sottosegretario Floridia che con caparbietà ha portato avanti il progetto “RiGenerazione Scuola”. Un Paese che finalmente sta vivendo giorni di festa. Ieri (2 giugno) abbiamo sentito l’orgoglio di patria, sembrava una parola persa nel nostro vocabolario. Ci sono altri Paesi che per ogni cosa che fanno diventa il mito, fossimo francesi o americani. Noi abbiamo il gusto quasi dell’autoflagellazione. Dal 25 aprile al 1° maggio, ci sono altri due giorni fondamentali, il 10 maggio è il ricordo di Aldo Moro e delle stragi e il 23 maggio la morte di Falcone”.

Icotea

“Siamo qui con orgoglio, bisognerebbe educare di più i nostri ragazzi. Servono gemellaggi, ogni scuola d’Italia deve imparare da altre scuole d’Italia. La nostra scuola è aperta, inclusiva e affettuosa. Non il luogo dello scontro ma dove bisogna coltivare affetti. Quest’idea di ambiente, metterci alla ricerca dell’ascolto. Siamo stati incapaci di ascoltare in questi anni. Ci siamo nascosti dietro il virus. La nostra scuola si rigenera. Guardare in avanti si fa se siamo capaci di investire. Metteremo altri 10 miliardi in nuove scuole. Dalla sperimentazione dobbiamo far diventare sistema. Dobbiamo ricucire il Paese, l’Europa ha bisogno di noi, ci sono venti di guerra. Tutte le nostre scuole diventeranno albero della legalità”.