Home Personale Bonus asilo nido: novità nell’applicativo di gestione delle domande

Bonus asilo nido: novità nell’applicativo di gestione delle domande

CONDIVIDI

Nell’ambito degli interventi normativi a sostegno del reddito delle famiglie, la legge 11 dicembre 2016, n. 232 ha disposto che ai figli nati dal 1° gennaio 2016 spetta un contributo di massimo 1.000 euro, per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.

Il premio è corrisposto direttamente dall’INPS su domanda del genitore. 

Icotea

A partire dal 7 agosto 2017, nell’applicativo di gestione delle domande del bonus asilo nido, saranno rilasciate le seguenti novità:

  • variazione dei dati aziendali dell’asilo riportati nella domanda già protocollata e inserimento di quelli riportati nella fattura/ricevuta, accessibile sotto la funzionalità “Allegati Domande”, all’atto dell’allegazione della documentazione di spesa;
  • variazione delle modalità di pagamento solo per le domande già protocollate (obbligo di allegare il modulo SR163 se si variano i dati IBAN), accessibile sotto la nuova funzione “comunicazioni”;
  • annullamento della domanda protocollata, accessibile sotto la nuova funzione “comunicazioni”.

Inoltre, sarà possibile, successivamente all’invio di una comunicazione, visualizzare lo stato di lavorazione con la funzionalità “consultazione comunicazioni”.