Home Attualità In Calabria 52 indagati tra Dirigenti scolastici e docenti

In Calabria 52 indagati tra Dirigenti scolastici e docenti

CONDIVIDI

Dalle colonne del quotidiano del sud apprendiamo la notizia della conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 52 imputati tra docenti e dirigenti scolastici.

Si tratta della contestazione di reati gravi come il concorso in abuso d’ufficio e la truffa. Sono questi i capi di imputazione che la Procura della Repubblica di Lamezia Terme stabilisce nei confronti di dirigenti scolastici, docenti esperti e insegnanti dell’istituto scolastico “Don Milani” di Lamezia. I fatti si riferiscono al 2012 e l’epilogo delle indagini è quello che 52 tra docenti e dirigenti scolastici verranno processati per i reati suddetti. Agli indagati, come riportato dal quotidiano del sud,  vengono contestati, a vario titolo, nomine a docenti esperti in violazione di quanto previsto nelle linee guida del bando 4462 del 31.03.2011 procurandosi illeciti profitti da oltre 5.000 euro e fino a 200 euro a seconda dei progetti scolastici – sostiene l’accusa – a danno dell’Unione Europea e del Miur. Fra le accuse anche, per alcuni indagati, l’accettazione di domande presentate da insegnati per la loro candidatura, oltre la scadenza dei termini. Nel bando, sempre secondo l’articolo scritto dal giornalista Pasqualino Rettura, sarebbero state inserite clausole difformi a quelle previste dalle linee guida. Sarebbero state predisposte anche false attestazioni di regolarità dei termini e l’omissione di segnalazione dell’effettivo orario di lavoro e, in tutto questo, sarebbe stata indotta in errore l’amministrazione di appartenenza.

Icotea