Home Precari Call veloce sui posti rimasti vacanti, non sarà utilizzata per le prossime...

Call veloce sui posti rimasti vacanti, non sarà utilizzata per le prossime immissioni in ruolo

CONDIVIDI

La legge 126/2019 convertita nella legge 159 del 20 dicembre 2019, aveva introdotto la cosiddetta “call veloce”, con lo scopo di consentire dopo le nomine in ruolo, sui posti rimasti vacanti, la possibilità di entrare in ruolo, per chi era nelle GAE di una provincia o graduatorie di merito di una regione,in altra regione di Italia, per le prossime nomine in ruolo riferite all’anno scolastico 2021/2022 la call veloce è stata sospesa.

Niente “Chiamata veloce” per settembre

Al fine di garantire un regolare avvio dell’anno scolastico 2021/2022, ai sensi dell’art.58, comma 2, lettra b) del decreto legge Sostegni bis è specificato che “con riferimento alle operazioni di avvio dell’anno scolastico 2021/2022 non si applicano le disposizioni di cui all’articolo 1, commi da 17 a 17-septies del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito con modificazioni dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159 e le disposizioni di cui all’articolo 32 ter, commi 2, 3 e 4, del decreto legge 18 agosto 2020, n. 104, convertito con modificazioni dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126″.

Icotea

In buona sostanza per l’anno scolastico 2021/2022 viene sospesa la “call veloce” per le immissioni in ruolo di aspiranti che, essendo inseriti in GAE di una provincia o in GM di una regione, chiedono di concorrere per i posti di altre regioni in cui non ci sono aspiranti.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook