Home Attualità Carcere minorile, 115 iscritti alle medie, 60 alle superiori e 3 all’Università

Carcere minorile, 115 iscritti alle medie, 60 alle superiori e 3 all’Università

CONDIVIDI

Negli istituti penali minorili ci sono 499 detenuti: 115 ragazzi frequentano la scuola media, 60 la scuola superiore e 3 vanno all’Università.

Tra questi ultimi, uno fa Scienze agrarie, uno Scienze infermieristiche e uno segue il Politecnico di Torino. I dati sono contenuti nel rapporto ‘Ragazzi fuori’, pubblicato il 9 novembre, realizzato dalla associazione Antigone in collaborazione con l’Isfol.

Icotea

All’interno delle nostre carceri minorili sono quindi 60 ragazzi che frequentano la scuola superiore (i corsi sono attivi in 7 istituti su 13) e 115 che fanno le medie.

Sono attive, inoltre, “molte le iniziative extracurriculari”, con corsi di sport, di lettura e scrittura creativa, informatica e musica. I docenti sono spesso volontari o dipendenti degli enti locali, e nessun istituto ha a disposizione insegnanti di sostegno; ogni istituto ha una o due aule, “spesso non adeguatamente attrezzate e mancano inoltre i laboratori di scienze”.

 

{loadposition motivare}

 

Nelle carceri del Meridione c’è maggiore attenzione alla formazione professionale: per esempio a Nisida si svolgono corsi per pizzaioli e di panificazione, a Bari corsi di 600 ore per ebanista, cartapestaio e ceramista, a Catania corsi di 300 ore per informatici ed elettrotecnici.

Al Nord invece i corsi svolti non sono riconosciuti e non danno diritta a nessun titolo professionale. Fa eccezione Milano, dove i ragazzi hanno la possibilità di frequentare corsi riconosciuti di formazione professionale anche all’esterno degli istituti di pena minorili.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola