Home Sicurezza ed edilizia scolastica Carenze strutturali delle scuole meridionali: incrementano l’abbandono scolastico

Carenze strutturali delle scuole meridionali: incrementano l’abbandono scolastico

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Al sud, nonostante tre scuole su quattro siano in area rischio sismico, solo una scuola ogni quattro risulta costruita secondo criteri antisismici e non si pratica la necessaria prevenzione.

La verifica di vulnerabilità sismica è stata eseguita solo dal 27,4% degli edifici del sud e dal 2,4% delle scuole delle Isole, mentre la percentuale sale al 50,9% al centro e 35,3% al nord. Le indagini diagnostiche dei solai hanno riguardato l’8,6% delle scuole del sud e delle isole, il 31,6% delle scuole del centro e il 25,2% degli istituti del nord.

I certificati di agibilità, prevenzione incendi e porte antipanico sono abbastanza diffusi con percentuali però più basse soprattutto nelle isole.

ICOTEA_19_dentro articolo

Le carenze strutturali del sistema scolastico del Mezzogiorno hanno di conseguenza portato, negli anni, a un incremento dell’abbandono scolastico, basti pensare che il 18,8% dei giovani del sud Italia, una volta conseguita la licenza media, resta fuori dal sistema di istruzione e formazione professionale. In Calabria, Sicilia e Sardegna la percentuale supera addirittura la soglia del 20.

Finiamo l’articolo citando una frase de L’Inkiesta che recita così: “un Sud con una scuola del genere, è un Sud senza alcuna speranza di salvezza. Un Sud che non riesce a costruire nelle generazioni future il germe di una rinascita non ha alcuna possibilità di rinascita“.

Preparazione concorso ordinario inglese