Home I lettori ci scrivono Carta docente 500 euro: ancora problemi con Amazon

Carta docente 500 euro: ancora problemi con Amazon

CONDIVIDI
  • GUERINI
Vi scrivo per segnalarvi un nuovo caso tipo di problemi con Amazon per l’acquisto di libri con la carta del docente.
Premetto che non sono nuovo agli acquisti di libri online, anche dall’estero, su diversi portali e mai mi era capitata un’esperienza del genere.
Dopo aver generato i buoni, e dopo averli convertiti in buoni Amazon, ho speso la somma di 500 euro in libri e volumi di storia, arte e letteratura. Ieri l’amara sorpresa: dal momento che Amazon richiede una carta di credito a garanzia e poiché, udite, I LIBRI NON ERANO VENDUTI DIRETTAMENTE DA AMAZON MA DA VENDITORI TERZI SU AMAZON MARKETPLACE, mi hanno detratto ben 490 euro dalla carta di credito! E’ una truffa in piena regola!
Da nessuna parte è precisato un elenco o comparto di libri riservato SOLAMENTE AI DOCENTI, mai è stato fatto il tentativo di spiegare la differenza filosofica tra “migliaia di libri in italiano e lingua straniera venduti da Amazon” come recita la pagina informativa del loro sito, e quelli venduti da terzi (MA CHE SEMPRE AMAZON SONO!).

Non solo mi è stato risposto che non è possibile né restituirmi la cifra né stornare gli articoli, ma i buoni del Miur adesso sono stati “bruciati” inutilmente e, solo dopo avere contattato il loro servizio clienti, ho scoperto di possedere una disponibilità residua sui buoni e che sono costretto a impiegarla nuovamente su Amazon!!
Ma per che cosa adesso? Magari per subire un’altra fregatura del genere? Poco ma sicuro, non comprerò più nulla da loro e hanno perso un cliente a loro legato da prima del 2011 e che ha anche dei suoi titoli in vendita su Amazon!