Home Attualità Cellulari in classe, la proposta di legge: vietare l’uso anche ai docenti

Cellulari in classe, la proposta di legge: vietare l’uso anche ai docenti

CONDIVIDI

In Commissione Cultura alla Camera è iniziato l’esame dei disegni di legge in tema di educazione alla cittadinanza nella scuola primaria e secondaria.

Tra le proposte, da segnalare, quella di Forza Italia, prima firmataria Mariastella Gelmini, e quella della Lega, primo firmatario Massimiliano Capitanio, che dispongono l’inibizione dei cellulari nelle classi. Anche per i professori.

La discussione su questo punto è avviata, con la maggioranza, secondo le ultime indiscrezioni, che intende recepire questa modifica.

ICOTEA_19_dentro articolo

L’ipotesi è quella di lasciare i cellulari in presidenza e per le chiamate di emergenza far riferimento alle segreteria.

Proposta che farà discutere genitori e prof e che è stata già illustrata dai proponenti.

Se da un lato Forza Italia e Lega vogliono escludere l’utilizzo dei cellulari nelle classi, dall’altro rimarcano la necessità di promuovere “anche attività di sensibilizzazione degli alunni su diritti e doveri connessi all’uso di Internet e degli altri strumenti digitali, nonché progetti per prevenire e contrastare il bullismo informatico”. 

Le proposte verranno integrate in un unico testo che approderà a febbraio nell’Aula parlamentare.

“Lo spirito del provvedimento non è quello di calare una nuova materia dall’alto di una cattedra – ha dichiarato Massimiliano Capitanio -, ma di condividere alla pari, con insegnanti e genitori, regole del buon vivere comune, che per noi rappresentano valori e impegni ben precisi: rispetto della Costituzione, cittadinanza digitale, ambiente, salute, legalità, contrasto a bullismo e cyberbullismo, volontariato. Sarà un percorso condiviso con tutti, senza bandiere”.

CONDIVIDI