Home Attualità Cercasi Ministro per rispondere alle domande dei nostri lettori

Cercasi Ministro per rispondere alle domande dei nostri lettori

CONDIVIDI
  • GUERINI

Il ministro Giannini diserterà l’incontro previsto a Catania di oggi, 1° settembre, in occasione della Festa dell’Unità. 

Abbiamo raccolto le domande dei nostri lettori che speriamo di sottoporre almeno al sottosegretario Davide Faraone, la cui presenza all’evento catanese è confermata.

Icotea

Le domande sono state poste sui nostri canali Facebook e Twitter ed ordinate in base alle tematiche. Le proponiamo di seguito con i nomi di coloro che le hanno proposte.

I temi più caldi sono quelli del Bonus Premiale e delle assunzioni nella Scuola dell’Infanzia, passando per le GaE, il Personale Educativo e il problema ancora non risolto dei Quota 96.

 

BONUS PREMIALE

 

Patrizia Nicoletti

Ministro, si è resa conto che i criteri per l’assegnazione del bonus premiano quelli che non lavorano in classe? Addirittura se uno è stato assente 20 giorni per malattia (piede o polso rotto, …) non può accedere al bonus? È premiato anche chi fa solo uscite didattiche.

 

Fabio Speciale

Perché continuano a sovvenzionare le scuole private? Perché invece di dare i 500 euro per la formazione e il bonus agli insegnanti “meritevoli”, non rinnovano il contratto scaduto da anni, adeguano il nostro stipendio a quello degli insegnanti europei e, soprattutto, abrogano il blocco dell’anzianità? Siamo stufi di mance! Perché hanno tolto la democrazia nella scuola introducendo il ruolo del preside padre padrone?

 

Livio Castelli

Perché avete attivato una piattaforma aperta ai docenti per raccogliere il contributo di tutti per la realizzazione di una riforma della scuola condivisa quando poi non vi siete degnati di leggere UNA sola proposta e siete andati avanti con la vostra idea di scuola aziendalista?

Perché i soldi del bonus docenti non vengono messi nella nostra busta paga piuttosto che spenderli come pretendete voi?

 

Emanuele Giovagnoli

Avete parlato tanto di meritocrazia e trasparenza per nelle Faq del Miur avete permesso ai dirigenti di dare conto della cifra totale del merito senza conoscere la ripartizione ed i nominativi degli insegnanti che riceveranno il merito? Forse per non ingenerare tensioni fra gli stessi insegnanti che dovranno gestire in maniera coesa le dinamiche degli studenti?

 

 

SCUOLA DELL’INFANZIA E GAE

 

Letizia Cutrera

Perché la mobilità straordinaria ha riguardato anche la scuola dell’infanzia, esclusa dal piano straordinario di assunzioni?

 

Maria Giuseppa Giambrone

Per chi è inserito in GAE dal lontano 2002 per l’infanzia, ci sarà qualche ancora di salvezza o verremo ancora ignorati? E poi se entra ancora gente nelle GAE a discapito di altri, quando prevedono che si esauriscano?

 

Emanuela Verdino

Quando il governo si deciderà di stabilizzare i docenti infanzia delle Gae? chiediamo il potenziamento subito! Prima di ottobre, vogliamo certezze, nero su bianco.

 

Max Pezzali

Quali provvedimenti per i 50.000 precari ancora in GAE? Quali prospettive di assunzione?

 

 

 

PERSONALE EDUCATIVO

 

Cinzia Nigro

Perché il personale educativo, docenti dei convitti nazionali, istituzioni educative di eccellenza su tutto il territorio nazionale, è stato discriminato da questo governo e dalla legge 107? Niente immissioni in ruolo, né svuotamento GAE, né bonus card, né bonus di merito. Tutto ciò si chiama DISPARITA’ DI TRATTAMENTO. Come intende intervenire il governo per evitare una denunzia per danni morali ad un intera categoria di lavoratori pubblici?

Ed ancora, come si avvierà l’anno scolastico nei convitti paralizzati dalla mancanza di educatori? Non è più importante la centralità dell’alunno per la legge 107?

Questa “inclusione” di cui tanto si parla comprende forse la “esclusione” di chi invece è deputato a crearla?

 

 

Margaret Infante

Sì parla tanto di scuole aperte nelle ore pomeridiane per attività educative e ricreative. Perché allora il ministro e i suoi collaboratori non pensano seriamente di reinvestire e puntare sulle istituzioni educative già esistenti e predisposte a questo compito?

 

Vincenzo Merante

Qualcuno potrebbe chiedere alla triade se conoscono il personale educativo? E perché nessun intervento e/o piano di assunzioni è stato previsto? Meno di 150 precari in tutta Italia trattati come docenti di serie B. Speravamo in una scuola diversa dopo la fase buia della Gelmini, abbiamo trovato il nulla.

 

Chiara Rapisarda

Alla luce della legge sulla stabilità a livello di UE e di assumere chi ha 36mesi o più di precariato, alla luce di dare priorità alla Gae ed immettere da quest’ultime e alla luce che a Catania ci sono due posti vuoti su organico di diritto (tredicesima unità al convitto Cutelli e 14 unità al convitto Mazzei di Giarre) perché il contingente uscito il 26/8/2016 assegna posti zero per le immissioni in ruolo??

Come viene giustificato questo ”disastro” che va a colpire ancora una volta chi, come me, insieme a tutti gli altri educatori in Italia che si trovano nella mia stessa situazione e quindi al primo posto nella Gae?

 

Filippa Antinoro

Perché il ministro Giannini ha escluso il personale educativo dalle assunzioni della 107/2015? Eppure si tratta di docenti che sono inseriti in Gae, avendo superato un concorso di abilitazione, e poi sono equiparati giuridicamente ed economicamente ai docenti della primaria.

 

 

Carolina Mirò

La mia domanda è: per quale motivo la laurea magistrale in scienze pedagogiche con indirizzo educazione non mi abilita a fare l’educatore? Ma occorre la laurea in formazione primaria!

 

 

QUOTA 96

 

Giovanni Crimi

Quota96Scuola un errore della legge Fornero ancora in attesa di essere sanato. Tante promesse mai mantenute. Ultima possibilità l’VIII salvaguardia! Vorrei sapere dalla ministra Giannini perché non da il numero dei q96 rimasti, come richiesto ufficialmente il 2 agosto dall’on. Ghecchi, relatrice VIII salvaguardia. Si attende ufficialmente questo numero, che noi stimiamo realisticamente in 2000, per porre fine, anche se con 4 anni di colpevole ritardo, a questa Odissea!

Antimo Fraticelli@antimofra

@SteGiannini #Quota96Scuola attende giustizia da 4 anni. Non provate vergogna?

 

Maria Pia Somma

Perché non hanno voluto rimediare all’errore nei confronti dei Quota96, errore ammesso da tempo dalla stessa Fornero. Perché non vuole nemmeno dirci quanti siamo? La Ministra è pregata di non sorridere, come sempre ha fatto, per questa domanda ma faccia in modo di inserirci nel l’ottava salvaguardia.

 

Tina Austen

Cara Ministra, perché non attiva i suoi uffici per trasmettere un elenco aggiornato dei quota96 della scuola ancora in servizio alla Commissione Lavoro della Camera?

Tale dato è fondamentale per poter risolvere la situazione dei docenti e Ata quota96 rimasti imprigionati dalla “riforma Fornero” sulle pensioni nell’anno scolastico 2011/2012. Errore ammesso dalla stessa Fornero.

Tutti quelli che erano in quelle condizioni, giuste o sbagliate, sono oggi in pensione per effetto di varie salvaguardie e di leggi che consentono a lavoratori privati e pubblici di uscire dopo i 64 anni di età, tutti tranne loro, i quota96 della scuola di quell’anno scolastico 2011/2012.

Il relatore in Commissione, on. Gnecchi, ha chiesto ufficialmente (atti parlamentari del 2 agosto 2016) che il sottosegretario presente in Commissione (quello di riferimento e quindi del Ministero del lavoro), on. Bobba, si attivi presso il Ministero dell’Istruzione per avere tale dato.

Oggi non sappiamo ancora se l’on. Bobba si è effettivamente attivato e se lei, ministra Giannini, intenda rispondere ad una richiesta istituzionale che proviene dal Parlamento della Repubblica Italiana.

A settembre 2016, si può risolvere questa piccola storia dei quota96 della scuola, seppure in modo residuale, per un impegno di spesa irrisorio disponibile, compensato nei prossimi anni e per meno di un terzo dei docenti e Ata che ne avrebbero avuto diritto nel 2012, ha un solo protagonista: lei, il Ministero della Pubblica Istruzione.

Mi auguro che, ministra Giannini, non si sottragga e si assuma tutta la responsabilità verso i docenti e verso il Parlamento.

 

Flora

#tecnicadellascuolachiedeperte Quale intenzione politica VERA c’è per risolvere la questione annosa di #quota96scuola. Comunicare i numeri dei pochi #quota96scuola rimasti intrappolati dalla legge Fornero potrebbe dare soluzione?

ANTONIO BUSATO

#tecnicadellascuolachiedeperte Richiesto dalla Commissione lavoro il numero dei #Quota96 in servizio. Il MIUR comunichi il dato per chiudere.

 

 

LAUREATI FORMAZIONE PRIMARIA

 

Chiara Maiki Micheloni

8900 laureati in scienze della formazione primaria sono diventati i “figli di nessuno” a causa dell’immatricolazione avvenuta tra il 2008 e il 2010 e di una legge malformata che ha trasformato le belle graduatorie permanenti in graduatorie a esaurimento (nervoso – visto che continuano a farci entrare persone tranne i laureati!).

La domanda è la seguente: intendono fare qualcosa per rispondere all’onta e all’umiliazione inflitta a questi abilitati (una cartolina di scuse, almeno), o continueranno a far finta che non esistono? E che non sono stati fatti torti e danni morali, economici e professionali ai suddetti (toni polemici a parte: che ne faranno di queste 8900 anime)?

 

Rossella Tranchida

Vorrei capire perché i laureati in Scienze della Formazione Primaria immatricolati negli anni 2008/2009/2010 sono stati esclusi dalle Gae!! Nonostante abbiamo lo stesso titolo abilitante con valore concorsuale dei colleghi immatricolati ante 2008 abbiamo ricevuto trattamenti differenti, loro in Gae, noi esclusi dalle stesse!

 

Roberto Saletti

Perché i laureati in Scienze dell’educazione immatricolati nel 2008/09/10 continuano ad essere “discriminati” dai loro colleghi immatricolati anche solo l’anno precedente?? Ovvero perché ante 2008 direttamente in Gae e i restanti 8900 (immatricolati 2008/09/10) in 2ª fascia d’istituto?!?

All’atto della selezione, perché tutti i laureati in SFP vecchio ordinamento, per immatricolarsi hanno fatto una selezione (che aveva valore concorsuale, oltretutto), tutti erano a conoscenza che a fine percorso (laurea), avrebbero avuto un titolo abilitante e l’inserimento in GP (trasformatosi poi in GaE). Perché sono state cambiate le carte in tavola??!? Non credete che questi 8900 insegnanti siano tra i più vessati e discriminati?!?

 

 

Vanna Piliero

Quale sorte per i laureati in scienze della formazione primaria immatricolati tra il 2008 e il 2010? Avergli negato l’inserimento in GAE per una pura questione temporale è fortemente ingiusto! Nonostante la parità di titolo con i nostri colleghi ci siamo rimessi in gioco e abbiamo partecipato al concorso ma in molte regioni non si sa ancora nulla!!! Siamo davanti ad una grande ingiustizia!

 

 

IDONEI CONCORSO

 

Antonio Marino

Che meriti in più hanno gli idonei del concorso 2012 rispetto a gente che concorsi ne ha vinto più di uno ed ha vent’anni di gavetta sulle spalle?

 

Alessandra Bridi

Noi che non vinceremo il concorso, abilitati, che fine faremo??????

 

 

ESAMI DI STATO

 

Redazione

Lei, in passato, ha più volte sollevato il tema della necessità di una seria riforma dell’esame di Stato riferito alla fine del percorso di studi del II ciclo. Poi su questa riforma, che tra le altre cose è prevista nel comma 181 dell’art. 1 della legge 107/2015, è calato uno strano silenzio.

Adesso che inizia l’anno scolastico 2016/2017 possiamo sapere se l’esame di Stato sarà effettivamente riformato? Le commissioni saranno formate da commissari interni e solo il Presidente esterno? La terza prova sarà una traccia uguale a livello nazionale? Ci può illustrare le novità del nuovo esame di Stato targato Giannini?

 

 

ARGOMENTI VARI

 

Barbara Rocco

Perché nei licei classici sono discriminati i figli di persone umili?

 

Francesco Muccari

Intende il Governo risolvere la problematica dei 30mila #abilitatiTfa attraverso l’istituzione del doppio canale di reclutamento? Come saranno tutelate le abilitazioni pre-107, dunque le abilitazioni selettive (Tfa), in un eventuale regime transitorio? Come giustifica il ministro Giannini l’elevato numero di non idonei all’ultimo concorso a cattedre? Docenti somari o prove non calibrate in base al tempo a disposizione e non attinenti alle indicazioni ministeriali?

 

Vita Giusy

Quando verranno tolti i vergognosi test di ingresso per medicina? Costano tanti soldi alle famiglie, i giovani sono demoralizzati… finiscono l’esame di Stato e devono sottoporsi a test che portano a loro stress e ai somministratori e a chi formula queste trappole tanti soldi così come tanti soldi entrano nelle tasche di chi prepara per i test… E i genitori si indebitano ancor prima dell’università e poi…ci saranno da sborsare soldi x l’affitto perché non si sa dove uno studente finisce… soldi x le tasse, x i libri, ecc. tutto questo perché uno vuole stare 6 anni sui libri? Mi fanno ridere i professori universitari quando si lamentano che i test sono necessari perché non ci sono aule… Certo tanto a loro cosa gli importa: hanno il lavoro sicuro, stipendi alti, i figli studiano senza problemi quello che vogliono…E gli altri? Questa storia dei test è una grande ingiustizia…

 

Carmela Blandini

L’Area Scuola di Azione Civile vuole chiedere al Ministro di annullare del tutto la chiamata diretta dei dirigenti scolastici, sia perché è incostituzionale e sia perché l’abuso di potere sul luogo di lavoro, verso i sottoposti, può essere considerato mobbing e va denunciato. L’Area Scuola di Azione Civile è disponibile a raccogliere sulla sua pagina facebook le notizie su tutti quei colloqui sostenuti dai docenti, con un dirigente scolastico, che potrebbero essere sfociati in vero mobbing… https://www.facebook.com/ScuolaAC/

 

Ada Casnici

Perché il 2013 non vale ai fini della carriera? Chi l’ha deciso e perché?

 

Canzia Boscaro

Vorrei fare una domanda chiedendo perche la Buona Scuola si è dimenticata di tutte quelle persone che rientrano nel personale Ata. Le segreterie sono sommerse di lavoro con personale contato e mal formato. Collaboratori scolastici contanti a cui viene chiesto di fare di tutto a scapito della pulizia. Vorrei chiedere al Ministro se ha un minimo di idea di cosa vuol dire mandare avanti la scuola. La didattica è passata in secondo piano per via di tutte le normative per nulla chiare che cambiano repentinamente ogni anno.

 

 

Samantha Venuta

Cosa intende fare per chi, come me, è iscritto in Graduatorie di istituto da sei anni senza abilitazione né servizio (dal momento che altri continuano ad aver assegnate cattedre e supplenze per un punteggio sempre più alto del mio, per un evidente circolo vizioso che mi costringe a restare in panchina)?

Ci sarà un processo di abilitazione, per noi nel “limbo”, che non richieda anni, titoli, e soprattutto soldi su soldi che non abbiamo? Ci sarà una risposta chiara e definitiva, che non duri una stagione elettorale?

 

Sara Mancini

Non le pare che lo stipendio per gli insegnanti sia ridicolo… parlo del netto… non del lordo!

 

Luigi Cozza

Che cosa pensa del caos, con possibili ritardi nell’inizio delle lezioni, causato dal suo piano assunzioni e dalle “rivoluzionarie” modalità di trasferimento?

Prima di pensare alle nuove tecnologie e alla didattica innovativa, cose bellissime, non sarebbe il caso di rendere vivibili le classi riducendo il numero di alunni? I finlandesi, lodati da tutti per la didattica innovativa, se sapessero che abbiamo classi con più di trenta alunni, si metterebbero a ridere.

E rispettare le norme di sicurezza previste per le classi: mq e cubatura d’aria a persona, numero massimo di “persone” (docenti compresi), temperatura e umidità massime e minime?

 

Gianni Mainelli

Perché bisogna aspettare due anni per ricevere il Tfs? Dovevo andare in pensione nel 2012 ma grazie alla Fornero andrò nel 2017. Perché devo aspettare ben altri due anni per avere la metà di quanto mi spetta ed un altro anno ancora per il saldo? Si tratta di fondi accantonati mensilmente con il mio stipendio. È una vera vergogna!

 

Giuseppina Coffa

Arretrati e rinnovo contratto. E la sentenza della Corte costituzionale n. 178/2015 che fine ha fatto?

 

Claudio Gaudenzio

Perché noi della scuola non possiamo prenderci il Tfs/Tfr quando ne abbiamo bisogno per aiutare i figli?

 

Luigi Cozza

Che cosa pensa dei criteri adottati nella maggioranza delle scuole per la premialità? A me sembra che premino il lavoro organizzativo e i progetti, mentre la didattica e il lavoro in classe, che sono l’asse portante del nostro lavoro, sono completamente svalutati.

 

Manuel Garrotto

1.Perché hanno deciso di privatizzare la scuola pubblica?

2. Perché hanno creato una flotta di insegnanti demotivati?

3. Perché l’insegnante rimane uno dei mestieri più nobili ma più sottopagati?

4. Perché spendere tanta pubblicità sulla digitalizzazione scolastica, roba inutile, quando manca ancora la carta nei bagni e mancano i gessetti?

5. Perché per insegnare bisogna fare una corsa ad ostacoli che privilegia il possibile acquisto di titoli?

 

Silvano Diatz

Vorrei chiedergli quando intendono pagare l’indennità di reggenza ai DSGA. Sto aspettando da due anni!!!


Andrea del Re

NO alla buona scuola targata PD! Vogliamo buoni pasto anche per i docenti! Vogliamo contratto integrativo con possibilità di fare ore aggiuntive funzionali (come in Trentino Alto Adige)! Vogliamo gli scatti di anzianità! Vogliamo un contratto di lavoro nuovo! Vogliamo la cancellazione delle trattenute in caso di malattia (legge nano-brunetta)! Vogliamo essere pagati per le ore di aggiornamento! Vogliamo l’accesso alla mensa quando abbiamo anche il pomeriggio! Vogliamo tutti i diritti che avevamo e che sono stati cancellati perché la CGIL è più preoccupata delle poltrone e dei ricchissimi stipendi e privilegi che prende invece che dei diritti dei lavoratori! Voteremo tutti NO al referendum nella speranza di mandarvi tutti a casa!!

 

Massimo Distilo

#tecnicadellascuolachiedeperte Quando lascerete finalmente campo libero a gente più competente?

 

Prof di Musica

@TecnicaScuola #tecnicadellascuolachiedeperte lo scorso anno è stata annunciata #Musica in tutte le primarie, come mai non è avvenuto?  A Gennaio sono state annunciate più di 60mila assunzioni come mai solo la metà ?