Home Pensionamento e previdenza Cessazioni dal servizio: quando si deve procedere alla risoluzione unilaterale?

Cessazioni dal servizio: quando si deve procedere alla risoluzione unilaterale?

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Tra le varie indicazioni fornite dalla circolare 38646 del 7 dicembre relativa alle cessazioni dal servizio dal 1° settembre 2017, il MIUR si occupa anche della risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro.

A tale proposito, vengono fornite le seguenti indicazioni: è prevista la risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro, con preavviso di 6 mesi, anche nei confronti del personale con qualifica dirigenziale, con decisione motivata:

ICOTEA_19_dentro articolo

1) per coloro che compiono 40 anni di contribuzione e possedevano i requisiti per diritto a pensione entro il 31 dicembre 2011;

2) per le donne e gli uomini che hanno un’anzianità contributiva rispettivamente di 41 anni e 10 mesi e di 42 anni e 10 mesi entro il 31 agosto 2017.

Nei casi in cui l’amministrazione non dovesse avvalersi della facoltà di risolvere unilateralmente il rapporto di lavoro, dovrà obbligatoriamente collocare a riposo il dipendente qualora abbia raggiunto i requisiti per la pensione anticipata (41 anni e 10 mesi per le donne, e 42 anni e 10 mesi per gli uomini), al compimento del limite ordinamentale per la permanenza in servizio, ossia a 65 anni.

 

{loadposition facebook}

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese