Home Politica scolastica I sindacati bocciano la linea del Governo: “Gli emendamenti approvati non sono...

I sindacati bocciano la linea del Governo: “Gli emendamenti approvati non sono sufficienti”

CONDIVIDI

A Palazzo Chigi incontro tra Giannini, Boschi, Madia e Delrio per l’esecutivo e la delegazione sindacale comprendente 15 sigle sulla riforma della scuola. I sindacati bocciano la linea del governo: “Gli emendamenti approvati non modificano la sostanza. Cambiamento sì, ma non come vorrebbe il Governo”. Questa è la posizione espressa e riportata sull’account Twitter della Flc Cgil, dalla segretaria della Cgil Susanna Camusso al tavolo di confronto con il governo.

Il segretario della Cisl, Anna Maria Furlan, è della stessa lunghezza d’onda del segretario della Cgil: “Le modifiche che sono state introdotte in Parlamento non sono sufficienti perchè non rimuovono i punti critici che noi non condividiamo. Se si fossero fatti prima altri incontri con il governo sicuramente avremmo costruito un percorso piu’ utile per cambiare la scuola – ha aggiunto -. Speriamo che questo incontro non sia rituale ma dia risposte alle questioni concrete poste dal sindacato”.

Anche il segretario della Uil, Carmelo Barbagallo è critico: “Ho apprezzato gli sforzi del Governo per apportare modifiche, ma sono insufficienti. Precariato, valutazione e contratto: sono questi i tre punti su cui chiediamo interventi”, ha aggiunto Barbagallo chiedendo “cosa succede dopo questo incontro? Quando e come ci farete sapere se vi abbiamo convinto con le nostre idee di ‘buona scuola?”. 

ICOTEA_19_dentro articolo

Il governo, invece, è di tutt’altro avviso: “Oggi era importante darvi direttamente una visione complessiva del provvedimento in discussione al Parlamento in un’ottica di dialogo e condivisione”, afferma il titolare del Ministero dell’Istruzione, Stefania Giannini. Il ministro ha inoltre riepilogato i principali contenuti della riforma e le modifiche apportate in Parlamento.

Poco dopo arriva anche la risposta del primo ministro, Matteo Renzi, direttamente su Twitter

Il punto di vista del direttore Daniela Girgenti

[iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/a6BRtEXux48″ frameborder=”0″ allowfullscreen ]