Home Archivio storico 1998-2013 Notizie dalle Regioni Cgil: in Sicilia preoccupa il quadro della scuola pubblica e del diritto...

Cgil: in Sicilia preoccupa il quadro della scuola pubblica e del diritto allo studio, anche per l’università

CONDIVIDI
  • Credion

Un incontro ”interlocutorio”, così lo hanno definito Michele Pagliaro e Ferruccio Donato, della Cgil Sicilia, e i rappresentanti della Flc, Giusto Scozzaro e Giovanni Lo Cicero.
Il sindacato Flc-Cgil, comunica inoltre che all’attuale primo incontro le parti hanno pattuito ne seguiranno altri ogni 15 giorni per entrare nel merito delle questioni proposte.
Entro 10 giorni, inoltre, l’assessore Scilabra si è impegnata a convocare un altro confronto con la presenza del presidente della Regione Crocetta. ”La scuola pubblica sta subendo pesanti contraccolpi dei tagli nazionali, gli edifici scolastici sono insicuri, il diritto allo studio è sempre meno garantito. A questo si aggiunge – hanno rilevato i sindacalisti Cgil – una Università divenuta inaccessibile per le tasse e per il numero chiuso e un sistema di formazione o in ammortizzatori in deroga o che non paga gli stipendi, anche da 12 mesi”. 
Per la Cgil e la Flc ”tutte questioni da affrontare al più presto con il massimo dell’impegno anche perchè riguardano il futuro delle giovani generazioni e le prospettive dell’intera Sicilia”.