Home Alunni Chiarimenti su seconda prova esami di Stato

Chiarimenti su seconda prova esami di Stato

CONDIVIDI

Con avviso del 26/03/2015 il Miur ha comunicato la definizione degli ambiti di svolgimento della prima parte della II prova agli esami di Stato 2014/2015.

Per la sezione coreutica del Liceo Musicale e Coreutico, questi sono gli ambiti per la Sezione Danza classica:

Icotea

Al centro:

  1. Piccolo e grande Adagio.
  2. Pirouettes e giri nelle grandi pose.
  3. Passi saltati: piccolo (anche con batterie), medio e grande sbalzo.
  4. Principali forme di virtuosismo: a) Passi sulle punte per le candidate b) Giri (a terra e in aria) e salti (batterie) per i candidati

Per la Sezione Danza contemporanea:

Al centro:

  1. Moduli dinamico-ritmici nei diversi livelli dello spazio.
  2. Sospensioni e swing nelle diversificate modalità di accento.
  3. Cadute in asse e fuori asse.
  4. Salti nei diversi livelli dello spazio.

L’esibizione collettiva sarà di norma svolta con musica dal vivo eseguita dal pianista accompagnatore della classe. Per la prova individuale i candidati possono utilizzare anche musiche registrate. Ciascuna Commissione d’esame determinerà autonomamente e preventivamente le modalità organizzative relative allo svolgimento delle operazioni d’esame (esempio Sez. Coreutica: sorteggio tra le sezioni per avvio prove, tempi fase riscaldamento-esibizione collettiva-prova individuale, etc.)

Per quanto riguarda la Sezione Musicale sempre del Liceo Musicale e Coreutico, per lo svolgimento della prima parte della II prova d’esame ogni candidato deve potersi avvalere di idonee dotazioni strumentali (tastiera, cuffie, riproduttori di file audio, ecc…). Ciascuna Commissione d’esame individuerà adeguati spazi in cui i candidati possano svolgere la prova avendo a disposizione la strumentazione necessaria. La Commissione stabilirà il calendario-orario delle prove d’esecuzione tenendo conto che ogni candidato potrà presentare un programma della durata massima di 20 minuti. I colloqui d’esame avranno inizio solo dopo che tutti i candidati hanno svolto la seconda parte della II prova.

Nelle prove di tutti gli indirizzi del Liceo Artistico, ai fini di un compiuto sviluppo della progettazione, dal corrente anno scolastico è prevista da parte del candidato la “realizzazione di modello o prototipo di una parte significativa del progetto” (DM 10/2015). Al candidato è quindi richiesto di realizzare, con mezzi tradizionali o con strumenti informatici (in base alle scelte individuali e alle strumentazioni disponibili nell’Istituzione scolastica), un particolare significativo del progetto da lui elaborato.

Inoltre, per quanto riguarda gli Istituti Tecnici e Professionali, le “Linee guida del secondo biennio e dell’ultimo anno” degli Istituti tecnici e degli Istituti professionali cui fare riferimento sono quelle pubblicate sul Supplemento ordinario n. 60 della Gazzetta Ufficiale del 30 marzo 2012 (Direttive nn. 4 e 5 del 16 gennaio 2012).

Il Miur ricorda infine che nella predisposizione dei modelli ES0 le Istituzioni scolastiche debbono tener conto che i codici di organico degli indirizzi, articolazioni e opzioni non corrispondono al codice di esame degli stessi. La ricerca del codice di esame coerente con i piani di lavoro effettuati per l’indirizzo, l’articolazione o l’opzione è importante in quanto consente di accedere ad una seconda prova coerente con il piano di lavoro effettuato. Ad esempio, per l’indirizzo “Servizi commerciali si raccomanda di porre la massima attenzione nell’individuazione dei rispettivi ambiti di approfondimento – curvature – ed utilizzare i codici di esame: IP08 Servizi Commerciali, IPA8 Servizi commerciali (curv. Promozione commerciale e Pubblicitaria), IPC8 Servizi commerciali (curv. Turismo), IPCP Servizi commerciali opzione “Promozione commerciale e pubblicitaria”.