Home Attualità Collegi docenti convocati in presenza, aule magne piccole per troppi docenti

Collegi docenti convocati in presenza, aule magne piccole per troppi docenti

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il distanziamento deve essere garantito obbligatoriamente per le attività collegiali, altrimenti il Collegio non si deve fare in presenza ma online.

Circolari che impongono il Collegio in presenza

I Dirigenti scolastici più prudenti, avendo un’aula magna piccola e poco areata, hanno scelto opportunamente di svolgere il Collegio docenti online.

Altri Dirigenti scolastici hanno trovato soluzioni esterne per garantire un adeguato distanziamento, mentre i Ds più temerari hanno convocato i collegi docenti in aule magne piccole, poco areate e con troppi docenti.

ICOTEA_19_dentro articolo

In questa fase dell’anno stare dentro un’aula magna piccola, per almeno due o tre ore, con una temperatura ambientale superiore ai 30 °C, dove ogni singolo docente dovrà indossare la mascherina, non sarà certamente cosa facile ma per quello che è il parere degli esperti sulla sciurezza non sarà nemmeno troppo sicura.

Tra rientro alla normalità e il buon senso

La voglia di riapertura delle scuole e di un ritorno alla normalità sta superando le barriere del buon senso. Ecco allora convocare il Collegio docenti in presenza, registrando la temperatura a tutti i docenti e facendo rilasciare una dichiarazione di responsabilità al fine di dare una parvenza di sciurezza. Ma era necessario tutto questo? Molti docenti, preoccupati di questo rientro a scuola nella più totale normalità, sostengono che si poteva svolgere il Collegio a distanza senza sfidare la sorte di un contagio subdolo che in questo momento è anche asintomatico.

Il buon senso è stato certamente superato, in certi casi, dal desiderio di riappropiarsi dei luoghi e delle attività che ogni anno scolastico si svolgono agli inizi di settembre.

Preparazione concorso ordinario inglese