Home Archivio storico 1998-2013 Generico Comandi e assegnazioni a.s. 2008/2009

Comandi e assegnazioni a.s. 2008/2009

CONDIVIDI
  • Credion
Con la circolare n. 14 il Ministero della pubblica istruzione ha predisposto il collocamento fuori ruolo e i comandi di due contingenti, nel limite massimo di cento unità ciascuno, di dirigenti scolastici e di docenti presso enti e associazioni che svolgono attività sociali; presso associazioni professionali e presso le università e altri istituti di istruzione superiore.
Ciò è previsto dall’art. 26, comma 8, della legge 23 dicembre 1998, n. 448. Il citato articolo contempla che, in aggiunta al contingente di 500 unità di dirigenti scolastici e personale docente da assegnare all’Amministrazione scolastica centrale e periferica per lo svolgimento dei compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica, vi siano altri due contingenti in aggiunta per le utilizzazioni sopra citate.
Le richieste di assegnazione per l’anno scolastico 2008/2009 dovranno essere prodotte entro il 25 febbraio 2008.
Le associazioni, che non intendono usufruire delle assegnazioni del personale della scuola, possono chiedere contributi al Ministero della pubblica istruzione nel limite massimo delle economie di spesa realizzate per effetto della riduzione delle stesse assegnazioni.
In questo caso le associazioni dovranno farne richiesta entro il 25 febbraio 2008.
Le università e gli istituti di istruzione superiore, invece, che intendono richiedere comandi di durata annuale dei dirigenti scolastici e del personale docente ed educativo, dovranno presentare domanda entro il 10 marzo 2008. Gli oneri della manovra sono a loro carico.
Con la circolare n. 15 del 24 gennaio 2008 il Ministero della pubblica istruzione ha, inoltre, stabilito le modalità e la ripartizione del contingente (500 unità) per le Assegnazioni di dirigenti e docenti per lo svolgimento dei compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica, così come previsto dal citato art. 26, comma 8, della legge 23 dicembre 1998, n. 448.
Gli interessati dovranno produrre domanda entro e non oltre il 3 aprile 2008.
Il contingente dovrà essere, in relazione all’attuazione dell’autonomia, da supporto e sostegno alla ricerca educativa e alla didattica, all’organizzazione flessibile del tempo, alla formazione e aggiornamento del personale; all’organizzazione di reti di scuole, alle educazioni degli adulti, stradale, alla sicurezza, ambientale, alla salute, insomma, una lunga serie di possibilità elencate al punto 1 della citata circolare.
I Dipartimenti e le Direzioni generali ad essi afferenti (per quanto riguarda le Amministrazioni centrali), così come gli Uffici scolastici regionali (per quanto concerne quelle periferiche), in base al numero di unità del contingente assegnato dovranno dare comunicazione alle organizzazioni sindacali dei posti disponibili, dei criteri di selezione del personale e della durata dell’assegnazione.
Allegata alla circolare n. 15 vi è una Tabella che elenca la ripartizione del contingente fra gli Uffici dell’amministrazione centrale e quelli periferici.
Sono 119 le unità per l’Amministrazione centrale e 381 per gli Uffici scolastici regionali.
Il numero più alto è stato assegnato alla Campania, 36 unità, il più basso al Molise, 6 unità. Le regioni con maggior numero di assegnazioni sono la Sicilia (35), la Toscana (31) , il Lazio (34) la Puglia (27), l’Emilia Romagna (25).

Per visionare le circolari minitsteriali n. 14 e 15 del 24 gennaio 2008, consulta il box “Approfondimenti”.