Home Didattica Come fare Educazione civica a scuola in DaD

Come fare Educazione civica a scuola in DaD

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La legge 92/19 (EC) pone l’obbligo di realizzare attività laboratoriali trasversali e di didattica attiva per 33 h a classe. Tra le 3 priorità indicate, l’Educazione alla cittadinanza digitale, competenza chiave anche a livello europeo, è di attualità anche in relazione alla DaD ed alla crisi in atto.

Come introdurre gli alunni all’Educazione civica e alla formazione sulla cittadinanza digitale tenendo conto della norma e nel contempo della situazione in cui si trova ad operare la scuola nell’as 20/21?

Bisognerebbe partire da una lettura critica dell’art 5 della legge, esemplificata ed alternata punto per punto da osservazioni, video, mappe, idee, buone pratiche.

ICOTEA_19_dentro articolo

Ecco un estratto dell’articolo:

Educazione alla cittadinanza digitale 
 
  1.  Nell'ambito   dell'insegnamento   trasversale   dell'educazione civica, è  prevista  l'educazione  alla cittadinanza digitale. 
  2. Nel  rispetto  dell'autonomia  scolastica,  l'offerta  formativa erogata nell'ambito dell'insegnamento  prevede almeno le seguenti abilità  e  conoscenze  digitali  essenziali,  da sviluppare con gradualità tenendo conto  dell'età  degli  alunni  e degli studenti: 
    a)   analizzare,   confrontare   e   valutare   criticamente   la credibilità e l'affidabilità delle fonti di  dati,  informazioni  e contenuti digitali; 
    b) interagire attraverso varie tecnologie digitali e  individuare i mezzi e le forme  di  comunicazione  digitali  appropriati  per  un determinato contesto; 
    c) informarsi e  partecipare  al  dibattito  pubblico  attraverso l'utilizzo  di  servizi  digitali  pubblici  e   privati;   ricercare opportunità di crescita personale e  di  cittadinanza  partecipativa attraverso adeguate tecnologie digitali; 
    d) conoscere le norme comportamentali  da  osservare  nell'ambito dell'utilizzo  delle  tecnologie  digitali  e   dell'interazione   in ambienti digitali, adattare le strategie di comunicazione al pubblico specifico  ed  essere  consapevoli  della  diversità  culturale   e generazionale negli ambienti digitali; 
    e) creare e gestire l'identità digitale,  essere  in  grado  di proteggere la propria reputazione, gestire e tutelare i dati  che  si producono attraverso diversi strumenti digitali, ambienti e  servizi, rispettare i dati e le identità  altrui;  utilizzare  e  condividere informazioni personali identificabili proteggendo  se  stessi  e  gli altri; 
    f)  conoscere  le  politiche  sulla  tutela  della   riservatezza applicate  dai  servizi  digitali  relativamente  all'uso  dei   dati personali; 
    g) essere in grado di evitare, usando tecnologie digitali, rischi per la salute e minacce al proprio benessere  fisico  e  psicologico; essere in grado di proteggere sé e gli altri da eventuali pericoli in ambienti  digitali;  essere  consapevoli  di  come  le  tecnologie digitali possono influire sul benessere psicofisico e sull'inclusione sociale, con particolare attenzione ai comportamenti riconducibili al bullismo e al cyberbullismo. 

Il corso

Su questi argomenti il corso del nostro formatore Rodolfo Marchisio Formare alla cittadinanza, in programma giovedì 24 settembre e giovedì 1 ottobre.

Le riflessioni e le proposte di lavoro sono possibili sia in DaD che in classe. L’obiettivo è offrire una panoramica di idee di didattiche traversali e attive ai vari ordini di scuola.

Punti tematici

  • Legge 92 eLinee guida. Ricerche materiali e documenti utili
  • Il Metodo della ricerca e della validazione delle informazioni: 2 consigli e 7 alternative
    Social network o social media
  • Netiquette
  • Parole O-stili, odio e violenza in rete
  • Privacy e dipendenza; informazioni, dati e consigli
  • Chi dà regole alla rete?
  • Cyber Bullismo: dati, definizioni, responsabilità

Per i dettagli del corso: https://corsi.tecnicadellascuola.it/corsi/webinar/formare-alla-cittadinanza-digitale/

Preparazione concorso ordinario inglese