Home Sicurezza ed edilizia scolastica Come garantire la sicurezza degli studenti anche a ridosso degli edifici scolastici?

Come garantire la sicurezza degli studenti anche a ridosso degli edifici scolastici?

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Pochi giorni fa a Latina una giovane studentessa dopo essere uscita da scuola attraversando la strada per raggiungere la fermata dell’autobus, è stata centrata in pieno da un’automobilista.

A tal riguardo il presidente dell’Associazione Borghi di Latina dichiara: “Bisogna istituire subito le Zone 30 a ridosso degli edifici scolastici per garantire la sicurezza e l’incolumità della cittadinanza e riattivare il servizio dei Nonni Vigili progetto che si caratterizza per la particolare valenza ed utilità resa all’utenza scolastica nel contribuire a tutelare la sicurezza davanti alle scuole e nel contempo svolge un importante funzione sociale a favore degli anziani”.
Le zone 30 o isole ambientali sono aree urbane residenziali, densamente abitate o in prossimità di edifici scolastici dove la velocità di transito si riduce a 30 km/h, restituendo ai cittadini un ambiente più vivibile e sicuro. Si ricorda che nelle maggiori aree urbane, circa i 2/3 delle vittime, fatto tristemente noto, di incidenti stradali sono costituiti da utenti, deboli (pedoni e ciclisti).
Le cause sono attribuibili alla velocità. 

ICOTEA_19_dentro articolo
Preparazione concorso ordinario inglese