Home I lettori ci scrivono Compiti di Natale? L’affetto e il calore della vostra famiglia

Compiti di Natale? L’affetto e il calore della vostra famiglia

CONDIVIDI
  • Credion

Alcuni genitori di alunni di una classe di scuola primaria pugliese, ci hanno segnalato questa singolare lettera di compiti natalizi firmata da una maestra:

“Carissime bambine e carissimi bambini della mitica 5^ B,

Icotea

eccoci giunti al Natale da voi tanto atteso: ho visto ogni giorno i vostri occhi trepidanti fare il conto alla rovescia ed ora ci siamo proprio vicini.

Per fortuna siamo riusciti a trascorrere questi mesi in presenza, abbiamo riassaporato la preziosa quotidianità fatta dei nostri piccoli riti giornalieri, abbiamo di certo lavorato molto, ma sempre con la gioia di apprendere l’uno dall’altro e non sono mancate tante belle soddisfazioni.

Chi ha saputo e voluto apprezzare quanto abbiamo costruito in questi cinque anni serberà sempre un dolce ricordo dei nostri periodi natalizi trascorsi insieme.

Per queste vacanze non vi assegnerò pagine e pagine di compiti che non servirebbero a molto, mi piace pensare di poter contare sul fatto che saprete godere degli affetti e del calore dei vostri cari, che riuscirete a trovare un po’ di tempo ogni giorno da dedicare alla lettura di un bel libro che incontri i vostri interessi e vi arricchisca nel lessico e nelle vostre emozioni, per guardare qualche bel film in televisione oppure al cinema insieme alla vostra famiglia, per godere l’atmosfera magica della nostra città addobbata per le feste, visitare presepi, mostre.

Sono consapevole che in alcune famiglie ci sono preoccupazioni e pensieri, mancanze che il periodo natalizio fa sentire ancora piu’ profondamente ed è per questo motivo che credo sia molto importante non dare mai per scontato il tempo che possiamo trascorrere in famiglia, il piu’ bello ed il piu’ tenero.

Pasticciate in cucina, date il vostro contributo anche nelle piccole cose, sappiate che fare manualmente,passeggiare e guardarsi intorno sono occasioni impagabili che nessun gioco al cellulare o alla Play Station potranno mai equiparare.

Giocate, sognate, fantasticate, alimentate il vostro interiore fanciullino.

Pertanto Buon Natale, Sereno Anno Nuovo e godete di ogni minuto con lentezza e senza fretta”.

Maestra Barbara