Home Archivio storico 1998-2013 Personale Comunicato del Direttore Generale della Siclia in tema di violenza sulle donne

Comunicato del Direttore Generale della Siclia in tema di violenza sulle donne

CONDIVIDI

Ecco il testo

Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia

Icotea

Il Direttore Generale
Alla comunità  siciliana scolastica

Recenti e ripetuti fatti di cronaca ci raccontano di atti di violenza contro le  donne, spesso compiuti all’interno del nucleo familiare o del rapporto di coppia, e  non di rado culminati nell’uccisione delle vittime, bambine, ragazze, mogli, madri. E’  quanto accaduto qualche giorno fa alla giovane siciliana Vanessa Scialfa che ha perso  la vita per mano dell’uomo che amava.
Il fenomeno, che dall’inizio dell’anno ha fatto in Italia 54 vittime, ha assunto  proporzioni tali ed una pervasività che non risparmia ceti sociali o zone del nostro  Paese, da indurre alcuni intellettuali a coniare un termine, “femminicidio”, che ne  esprime tutta la drammatica peculiarità.
Il susseguirsi di questi tragici eventi, in un contesto di sopraffazione fisica e  psicologica nei confronti delle donne, pone domande in merito alle cause e ad efficaci  azioni di contrasto, alle quali non è possibile sottrarsi.
Al di là della inevitabile reazione emotiva al singolo fatto di cronaca, ritengo  quindi di dover suggerire che le comunità scolastiche, in relazione al grado di maturità  degli studenti e nel rispetto della sensibilità di ognuno, favoriscano la realizzazione di  occasioni collettive di confronto, di sensibilizzazione e di riflessione sul tema della  violenza sulle donne, anche con l’ausilio di esperti.
Pur comprendendo che in questa parte dell’anno scolastico sono già state  programmate svariate attività curriculari ed extracurriculari e che molte si avviano alla  conclusione, confido sulla collaborazione di tutti affinché, prima della conclusione delle  lezioni, sia avviata una prima riflessione che potrà essere portata avanti, con ulteriori  iniziative, anche nel prossimo anno scolastico.
Certa della condivisione di questo invito, colgo l’occasione per inviarvi i miei più  cari saluti.

Maria Luisa Altomonte