Home Concorsi Concorso dirigenti scolastici, le istruzioni per la prova scritta del 18 ottobre

Concorso dirigenti scolastici, le istruzioni per la prova scritta del 18 ottobre

CONDIVIDI

Come per la prova preselettiva, anche per la prova scritta del corso-concorso a dirigente scolastico il Miur ha pubblicato un documento contenente tutte le istruzioni operative.

Ricordiamo che la prova scritta si svolgerà, a livello nazionale, in un’unica data, il 18 ottobre 2018 (alle ore 10), nelle sedi stabilite dagli USR (vai all’elenco).

Lo svolgimento è computerizzato.

In mezzo alla notizia

La prova consisterà in cinque quesiti a risposta aperta e due quesiti in lingua straniera. I cinque quesiti a risposta aperta verteranno sulle materie d’esame di cui all’articolo 10, comma 2, del DM 138/2017.

La prova avrà la durata di 150 minuti, al termine dei quali il sistema interromperà la procedura e acquisirà definitivamente le risposte che il candidato ha confermato fino a quel momento cliccando sul bottone “conferma e procedi”.

Operazioni preliminari

Le operazioni di identificazione dei candidati avranno inizio alle ore 8. I candidati dovranno presentarsi muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità, del codice fiscale e, per i soli candidati esonerati dalla prova preselettiva ai sensi dell’articolo 20, comma 2 bis, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, di copia della ricevuta del versamento dei diritti di segreteria da esibire al momento delle operazioni di riconoscimento.

Divieti

Ai candidati non è consentito comunicare tra loro verbalmente o per iscritto, ovvero mettersi in relazione con altri, salvo che con gli incaricati della vigilanza o con i membri del comitato di vigilanza.

E’ anche vietato introdurre in aula carta da scrivere, appunti di qualsiasi natura, libri, manuali o pubblicazioni di qualunque specie, telefoni cellulari, palmari, smartphone, smartwatch, tablet, notebook, pen-drive, fotocamere/videocamere e ogni strumento idoneo alla memorizzazione di informazioni o alla trasmissione di dati. Se eventualmente detenuti, dovranno essere spenti e depositati prima dell’ingresso in aula, pena l’esclusione dal concorso di chi ne verrà trovato in possesso.

Testi ammessi

I candidati potranno consultare soltanto il vocabolario della lingua italiana e i testi di legge non commentati purché privi di note, commenti, annotazioni anche a mano, raffronti, o richiami dottrinali e giurisprudenziali di qualsiasi genere.

TUTTO SUL CONCORSO DS

CONDIVIDI