Home Concorsi Concorso docenti 2016: Aprile il mese delle prove scritte

Concorso docenti 2016: Aprile il mese delle prove scritte

CONDIVIDI

Il 12 aprile saranno rese note le date delle prove del concorso a cattedra 2016, ma, a distanza di pochi giorni dall’ufficialità, sembra quasi sicuro che esse si terranno a partire dal 28 dello stesso mese, fino al 20 maggio. Dunque, a quanto pare, non ci sarebbe nessuno slittamento e questo dovrebbe consentire ai docenti vincitori di prendere servizio nelle scuole già a settembre 2016. Nonostante rientrare nei tempi sia una prerogativa, su questo punto molti insegnanti precari nutrono forti dubbi, ritenendo difficile che si riesca ad assumere sin dal nuovo anno scolastico, soprattutto per quanto riguarda i bandi dove si è concentrato il maggior numero di candidati, cioè infanzia e primaria.

Chiuse le iscrizioni alle ore 14 del 30 marzo, è stato reso noto dal Miur il numero definitivo dei candidati: 165.578 le domande di partecipazione al concorso, di cui ben l’85% presentate da donne e il 65% da persone al di sotto dei 40 anni di età. 63.712 sono, invece, i posti disponibili. Ciò significa che uno su tre dei partecipanti insegnerà a tempo indeterminato, dato importante ma non del tutto preciso, visto che bisogna considerare anche coloro che hanno fatto ricorso, circa 20mila persone, tra cui qualcuno da reinserire nei giochi.

Campania, Lombardia, Sicilia e Lazio rappresentano le regioni con una maggiore concentrazione di domande di partecipazione ai tre bandi, uno per la scuola dell’infanzia e primaria, l’altro per la secondaria di I e II grado e l’ultimo, assoluta novità, per il sostegno. Il ministro dell’istruzione Stefania Giannini ha commento con soddisfazione i risultati: “Continua l’impegno di questo Governo per portare qualità, stabilità ed energie nuove nella scuola. L’alta adesione al concorso, la numerosa presenza di giovani dimostra che siamo sulla strada giusta. Dopo anni di mancate risposte sul tema del precariato storico e di concorsi che si sono svolti a singhiozzo, stiamo cercando di riportare il Paese alla normalità: con la Buona Scuola prevediamo bandi ogni tre anni e dunque certezze sui tempi di selezione per l’ingresso nella scuola”. D’altro canto, non si placano affatto le polemiche di coloro che reputano ingiuste le procedure concorsuali nell’accorpamento delle classi di concorso, tempistiche e programmi. Lamentano poca chiarezza e trasparenza, continuando a chiedere l’annullamento.

ICOTEA_19_dentro articolo

Nonostante tutto, le prove sono sempre più vicine e richiedono una cultura vasta e approfondita delle discipline scolastiche. Lo scritto consisterà nel rispondere in 150 minuti a otto quesiti, di cui sei a risposta aperta e due in lingua straniera. Nella stessa giornata, ma in fasce orarie diverse (la prima alle 9, la seconda alle 15), si svolgerà la prova pratica, a carattere laboratoriale e basata sui programmi della classe di concorso. Per i candidati, quindi, la scelta dei libri giusti e del metodo di studio risulterà fondamentale, perché il rischio di perdersi in letture dispersive e poco chiare è sempre dietro l’angolo e può compromettere l’esito finale.

Obiettivo di NelDiritto Editore – Concorsi è stato mettere a punto una collana per offrire la migliore preparazione possibile a tutti coloro che si accingono ad affrontare il concorso a cattedra, grazie a testi scorrevoli e concisi, ma al tempo stesso completi. Ciò che fa la differenza sono soprattutto i servizi all’avanguardia, contenuti extra a cui accedere con l’acquisto dei manuali e registrandosi a www.nldconcorsi.it, che costituiscono un vero punto di forza per chi ne usufruisce: il TUTOR ON LINE seguirà l’aspirante docente nel suo percorso, rispondendo a ogni quesito e fugando qualsiasi dubbio; mentre il nuovissimo SIMULATORE A TEMPO l’aiuterà a prendere dimestichezza con il tipo di test da affrontare durante le prove scritte. Si tratta, infatti, di un mix di domande in lingua e riguardanti i programmi, a cui è necessario rispondere in tot minuti.

Visita il sito e scopri la collana “Concorso scuola 2016”: scegli di avere una marcia in più nella tua preparazione, scegli NLD!

 

Pubbliredazionale