Home Reclutamento Concorso docenti 2018, come acquisire 24 CFU e come riconoscere quelli esistenti

Concorso docenti 2018, come acquisire 24 CFU e come riconoscere quelli esistenti

CONDIVIDI

Come abbiamo scritto in precedenza, lo scorso 10 agosto il Miur ha diffuso il decreto in merito al nuovo reclutamento. 

Il ministero ha pubblicato, a distanza di quasi un mse, una tabella riassuntiva, in cui sono indicate chiaramente le modalità di acquisizione dei crediti e le indacazioni generali.

ICOTEA_19_dentro articolo

1) Il corretto conseguimento dei 24 crediti e il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dal DM 616/2017 (con indicati insegnamenti, altre attività formative, SSD, voti e CFU/CFA) deve essere certificato da una istituzione universitaria o AFAM. La certificazione è necessaria aifini della partecipazione al Concorso docenti.

2) I CFU/CFA già conseguiti nel corso degli studi universitari o AFAM, in forma curriculare o aggiuntiva (corso di laurea triennale, specialistica, magistrale, master universitari o AFAM di primo e di secondo livello, dottorati di ricerca, scuole di specializzazione, corsi singoli), possono essere riconosciuti come validi dalle istituzioni universitarie o AFAM che rilasciano la certificazione di cui alla nota 1.

3) Si devono possedere almeno 6 CFU/CFA in almeno tre dei quattro ambiti disciplinari previsti dal DM 616/2017.

4) Per accedere al Concorso docenti è necessario il possesso sia dei 24 crediti formativi sia dei titoli di accesso alle Classi di Concorso previsti dai DM 259/2017, DPR 19/2016, DM 22/2005, DM 39/1998

5) I CFU/CFA utilizzati per l’accesso alle Classi di Concorso possono essere utilizzati anche per il raggiungimento dei 24 crediti formativi (salvo quanto previsto dalle note 1 e 2) e viceversa.

{loadposition carta-docente}

 

Ecco la tabella riassuntiva

21200895 841097722716905 1682072532173158920 o

 

 

LEGGI IL DECRETO MIUR (CLICCA QUI)

ALLEGATO OBIETTIVI FORMATIVI PER CFU (CLICCA QUI)

 

 

{loadposition facebook}