Home I lettori ci scrivono Concorso DS: in Campania nuovo corso intensivo per contenziosi pendenti

Concorso DS: in Campania nuovo corso intensivo per contenziosi pendenti

CONDIVIDI

Con nota prot.n. AOODRCA.3316 del 01.03.2016, pubblicata sul sito del Miur Campania in data 3 marzo 2015, è stato istituito il nuovo corso intensivo, nella regione Campania, “di formazione, con relativa prova scritta finale, ai sensi del D.M. n. 499 del 20.07.2015, in applicazione dell’art. 1, comma 87, della L. 13.07.2015, n. 107, destinato ai soggetti di cui al punto b) dell’art. 1, comma 88, della medesima Legge, relativamente alle procedure concorsuali di cui al D.D.G. 22.11.2004 e al D.M. 03.10.2006. Il corso, che si svolgerà presso l’I.S. “Casanova” di Napoli – Piazzetta Casanova, 4 -, avrà inizio il 14 marzo 2016, secondo l’allegato calendario”.

Nella nota seguono i nominativi degli undici ammessi.

Icotea

Si precisa inoltre quanto segue: “La frequenza del corso sarà equiparata a tutti gli effetti a prestazione di servizio. I Dirigenti scolastici competenti vorranno intraprendere ogni opportuna iniziativa per agevolare i docenti ammessi, organizzandone l’eventuale sostituzione senza oneri per l’erario. Ai sensi dell’art.1, comma 3, del D.M. 499/15, per l’ammissione alla prova scritta di cui all’articolo 3, i docenti interessati dovranno frequentare il corso per almeno 65 ore “.

Dal momento che la prova scritta non prevede, sulla scorta della norma richiamata, alcuna selezione, coloro che frequenteranno il corso per il numero minimo di ore prescritte, di fatto potranno, espletata la prova scritta e a risultati acquisiti, avere la nomina a dirigenti scolastici. Al riguardo va ricordato che i docenti campani che li hanno preceduti, che avevano dichiarato di avere contenziosi pendenti, individuati con nota prot.n. AOODRCA.8004 del 28.07.2015, pubblicata in pari data sul sito dell’USR Campania, frequentarono il corso intensivo ed espletarono la prova scritta, durante il periodo estivo dell’anno scorso,  nella regione Abruzzo. Buona parte di essi furono immediatamente nominati, con decorrenza giuridica dal 01.09.2015, su sedi in parte in Lombardia e in parte in Sicilia, dove tutt’ora svolgono il ruolo di dirigente scolastico. Vedremo per questi nuovi nominativi per i quali , comunque, l’iter procedurale dovrebbe completarsi entro il mese di aprile, cosa accadrà. L’unica cosa certa, al momento, è che i “contenziosi pendenti” sinora individuati in Campania salgono a 28.

Si tratta, va ricordato, di docenti che avevano partecipato ai concorsi per dirigenti scolastici banditi nel  2004 o nel 2006 (riservato), ma che erano stati bocciati alle prove.  Contro tale bocciatura presentarono ricorso, rimasto pendente fino all’entrata in vigore della legge sulla cosiddetta “buona scuola”.