Home I lettori ci scrivono Concorso scuola, sì al rispetto della Costituzione

Concorso scuola, sì al rispetto della Costituzione

CONDIVIDI
  • Credion

E’ la prima volta da venti anni che mi si dà la possibilità di partecipare ad un concorso ordinario per la Primaria e per l’Infanzia.

Trovavano tutte le scuse per impedirmelo: una volta volevano che avessi insegnato almeno un giorno (criterio che sembra un inno alla scemenza); Altre volte perché ero già di ruolo, che finalmente ne è stata riconosciuta l’incostituzionalità (gli costava spreco d’intelligenza ai sindacati confederali accorgersi dell’ingiustizia?).

Icotea

La Costituzione prevede esplicitamente che si accede ai ruoli statali solo tramite concorso. Ora mi chiedo se a tutti questi signorotti, che sono contro i concorsi ordinari, la Costituzione sta stretta. Anzi mi chiedo se l’hanno mai letta.

Penso che il Presidente del Consiglio dei Ministri Conte e il ministro della Pubblica Istruzione Azzolina abbiano fatto la cosa più sensata e finalmente rispettosa della Costituzione, e cioè indire concorsi per esami per l’accesso all’insegnamento.

Non si capisce perché a molti sindacati dia fastidio il rispetto della Costituzione; Se vi è uguaglianza di fronte alla legge, allora non si capisce perché molti sindacati vogliono creare dei privilegiati.