Home Concorsi Concorso STEM: bando probabilmente in Gazzetta il 15 giugno, prove a luglio

Concorso STEM: bando probabilmente in Gazzetta il 15 giugno, prove a luglio

CONDIVIDI

Con riferimento al concorso delle discipline STEM, si è svolto oggi, 10 giugno, un incontro di informativa sul bando di prossima emanazione.

Si ricorda che sarà prevista una procedura semplificata per le classi di concorso:

Icotea
  • A-20 Fisica – 282 posti
  • A-26 Matematica – 1.005
  • A-27 Matematica e Fisica – 815 posti
  • A-28 Matematica e scienze – 3.124
  • A-41 Scienze e tecnologie informatiche – 903 posti.

Bando tra pochi giorni

Il concorso dovrebbe partire già a luglio e, secondo le anticipazioni fornite ai Sindacati, il bando dovrebbe essere pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 giugno prossimo.

Procedura concorsuale: prova scritta

Il concorso consisterà in un’unica prova scritta con 50 quesiti a risposta multipla, di cui 40 sui programmi dell’Allegato A DM 201/2020, 5 sull’informatica, 5 sulla lingua inglese (conoscenza al livello B2 del QCER).

Per la classe A27 i quesiti saranno 20 per matematica e 20 per fisica, mentre per la A28 saranno 20 per matematica e 20 per le scienze chimiche, fisiche, biologiche e naturali.

Ogni quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta.

La prova ha una durata massima di 100 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi (articolo 20 della legge 104/1992).

Saranno assegnati 2 punti a ciascuna risposta esatta, zero punti alle risposte non date o errate. La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata con il punteggio di 70 punti.

I quesiti non saranno pubblicati preventivamente.

Procedura concorsuale: prova orale

Seguirà poi una prova orale, che sarà valutata al massimo 100 punti e superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti. Ha una durata massima di 45 minuti, consiste nella progettazione di un’attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC. La commissione accerta anche la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook