Home Concorsi Concorso straordinario secondaria, ci saranno due bandi: uno per l’assunzione e l’altro...

Concorso straordinario secondaria, ci saranno due bandi: uno per l’assunzione e l’altro per l’abilitazione

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Proseguirà nella giornata di oggi, 30 gennaio, il tavolo tecnico fra Miur e sindacati in merito ai concorsi scuola 2020. Dalla prima riunione sono emersi alcuni punti evidenziati dai sindacati, che riguardano il concorso scuola straordinario.

Concorso scuola straordinario secondaria: ci saranno due bandi

Se tutto dovesse essere confermato, in base a quanto riferiscono le organizzazioni sindacali, ci saranno due bandi distinti per il concorso scuola straordinario: uno riservato ai candidati che partecipano per l’immissione in ruolo e un altro dedicato invece a chi vuole ottenere l’abilitazione all’insegnamento. Anche se in linea di massima l’idea è quella di far partire entrambe le procedure contemporaneamente, non è escluso che il “bando per l’immissione in ruolo” possa avere la precedenza.

Ricordiamo che potranno partecipare al concorso scuola 2020 straordinarioi docenti in possesso dei seguenti requisiti:

ICOTEA_19_dentro articolo
  • almeno tre anni di servizio nella scuola secondaria statale (anche su sostegno) dal 2008/2009 al 2018/2019. Chi conclude la terza annualità nel 2019/2020 partecipa con riserva
  • uno dei predetti tre anni deve essere specifico, ossia svolto nella classe di concorso per cui si partecipa.
  • Potranno partecipare, anche se solo ai fini dell’abilitazione, i docenti che hanno maturato il servizio di tre anni nella scuola paritaria.

Per i posti di sostegno è necessario avere, oltre ai seguenti requisiti di servizio, la specializzazione sul sostegno.

Concorso scuola straordinario: la procedura per l’immissione in ruolo

Il concorso scuola 2020 straordinario ai fini dell’immissione in ruolo, vedrà una prova selettiva computer based che si supera con un punteggio minimo di 7/10; Le graduatorie di merito saranno redatte sommando i punteggi dei titoli culturali e di servizio posseduti più il punteggio ottenuto nella prova selettiva.

Successivamente si procederà all’assunzione in ruolo secondo la posizione in graduatoria.

I docenti assunti saranno ammessi all’anno di prova e di formazione (180 giorni di servizio e 120 di attività didattica)  durante il quale, se ne sono sprovvisti, dovranno acquisire 24 CFU a carico dello Stato.

Al termine di tale periodo, per ottenere la conferma in ruolo, dovranno essere valutati dal comitato di valutazione della scuola dove prestano servizio, integrato da un componente esterno.

Nel caso in cui non si dovesse superare per due volte (considerato che il periodo di prova è ripetibile) la prova orale prevista al termine del periodo di prova, il contratto di assunzione è risolto.

Le assunzioni dei vincitori potranno continuare anche dopo il suddetto periodo, perché la graduatoria di merito è ad esaurimento.

I posti saranno suddivisi tra posti comuni e posti di sostegno.

 

Preparati al concorso docenti straordinario con i nostri corsi. CLICCA QUI

 

Concorso scuola 2020 straordinario: la procedura per l’abilitazione all’insegnamento

Potranno partecipare solo ai fini dell’abilitazione all’insegnamento, i docenti che hanno maturato il servizio di tre anni nella scuola paritaria e nei percorsi di istruzione professionale, oltre agli insegnanti già in ruolo che vogliono ottenere un’altra abilitazione.

Anche per loro ci sarà una prova computer based che verrà superata con il punteggio di 7/10.

A tal proposito, i candidati che partecipano per l’abilitazione insegnamento dovranno comunque avere in atto una supplenza di durata annuale almeno fino al 30 giugno (quest’ultima condizione riguarda solo i docenti precari nelle scuole statali e paritarie ), e dovranno a loro spese acquisire i 24 CFU se non ne sono già in possesso e sottoporsi poi ad una prova orale selettiva davanti ad una commissione costituita a cura degli UU.SS.RR.

La prova orale, sarà superata almeno con il punteggio di 7/10.
Una volta conseguita l’abilitazione insegnamento i docenti precari potranno iscriversi nella seconda fascia delle graduatorie d’istituto che dal prossimo anno diventeranno provinciali per l’attribuzione delle supplenze annuali.

Il testo del decreto scuola prevede che i docenti che non entrano nel numero dei 24.000 vincitori del concorso scuola straordinario, pur avendo superato la prima prova scritta con almeno 7/10, potranno ottenere l’abilitazione insegnamento.

Ad ogni modo, attendiamo maggiori ragguagli sul meccanismo definitivo delle procedure e sulle tempistiche.

 

TUTTO SUL CONCORSO STRAORDINARIO

 

Leggi anche

Concorso straordinario secondaria, uno dei tre anni di servizio deve essere specifico
Concorso docenti 2020, si può partecipare sia all’ordinario che allo straordinario: ecco come
Concorso straordinario docenti, i requisiti per accedere ai posti di sostegno
Concorso straordinario secondaria, si ottiene l’abilitazione all’insegnamento. Ecco come
Concorso scuola straordinario, procedura semplificata: solo una prova computer based

 

Preparazione concorso ordinario inglese