Home Personale Coronavirus, prove Invalsi V superiore: come riprogrammarle?

Coronavirus, prove Invalsi V superiore: come riprogrammarle?

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il DPCM 4 marzo ha stabilito la sospensione delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado fino al giorno 15 marzo 2020. E il successivo DPCM 8 marzo ha previsto la sospensione fino al 3 aprile per le zone indicate nell’art. 1 (regione Lombardia e province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia).

Ciò ha comportato inevitabilmente l’interruzione dello svolgimento delle Prove INVALSI del grado 13, quelle rivolte ai maturandi, fino alla ripresa delle attività didattiche.

Con un comunicato stampa del 4 marzo l’Invalsi ha dichiarato la piena disponibilità a riprogrammare le date delle Prove in base alle esigenze didattiche di ciascun istituto scolastico.

ICOTEA_19_dentro articolo

A questo scopo ha predisposto un documento con le indicazioni operative perché gli istituti scolastici possano riorganizzare lo svolgimento delle Prove.

Precisiamo che le indicazioni riportate si riferiscono alla ripresa delle attività didattiche il 16 marzo.

Queste le istruzioni:

1. accedendo alla pagina (https://invalsi-areaprove.cineca.it/index.php?get=accesso) il
dirigente scolastico indica il giorno dal quale intende iniziare o riprendere lo svolgimento
delle prove INVALSI 2020 per le classi non campione del grado 13. Il sistema consente di
scegliere una nuova finestra di somministrazione con inizio dal 16 marzo 2020, della stessa
durata della finestra di somministrazione definita prima dell’emergenza COVID-19 e con
termine che può andare anche oltre la fine del mese di marzo. Sarà eventualmente possibile
modificare la scelta effettuata qualora dovessero intervenire ulteriori disposizioni al
momento non prevedibili;

2. le classi campione del grado 13 svolgeranno le prove INVALSI 2020 in tre giorni scelti dalla
scuola tra il 24 marzo 2020 e il 27 marzo 2020, secondo le modalità riportate nel protocollo
di somministrazione per le classi campione (https://invalsiareaprove.cineca.it/docs/2020/Protocollo_somministrazione_GR13_ITALIA_2019_2020.pdf);

3. le prove svolte tra il 2 marzo 2020 e il 4 marzo 2020 sono pienamente valide e i relativi dati sono stati regolarmente salvati dalla piattaforma che eroga le prove INVALSI 2020 per il
grado 13;

4. anche durante il periodo di sospensione dell’attività didattica (5.3.2020-15.3.2020) il
dirigente scolastico può richiedere la ripetizione di prove svolte entro il 4.3.2020 qualora
ricorrano le condizioni per effettuare tale richiesta (documento disponibile nell’area
riservata del dirigente scolastico). Le richieste di ripetizione pervenute entro le ore 11.00 del
13 marzo 2020 consentiranno di svolgere nuovamente le prove da lunedì 16 marzo 2020. Le
richieste effettuate dopo le ore 11.00 del 13 marzo 2020 consentiranno agli studenti
interessati di ripetere la prova a partire da due giorni lavorativi successivi (sabato escluso)
dalla richiesta;

5. il servizio INVALSI di assistenza alle scuole rimane regolarmente attivo anche durante il
periodo di sospensione dell’attività didattica (5.3.2020-15.3.2020).

Sarà cura dell’INVALSI comunicare tempestivamente alle scuole eventuali cambiamenti delle
predette indicazioni qualora dovessero intervenire nuove disposizioni delle autorità competenti.

CORONAVIRUS – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Partecipa al webinar dedicato alla didattica a distanza.
Metti MI PIACE alla pagina Facebook di Tecnica della Scuola Formazione e segui la Diretta

 

Preparazione concorso ordinario inglese