Home Attualità Covid in aumento, doppi turni alle superiori: il Governo valuta, Azzolina dice...

Covid in aumento, doppi turni alle superiori: il Governo valuta, Azzolina dice no

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Introdurre i doppi turni alle superiori per favorire una diluizione maggiore degli studenti sui mezzi pubblici. L’ipotesi di dividere le classi tra mattina e pomeriggio, con uscita serale, è stata presa in considerazione dal premier Giuseppe Conte, a colloquio con i capi delegazione di maggioranza, il ministro Francesco Boccia e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, nel corso del vertice durato oltre tre ore domenica 18 ottobre.

Il nodo di nuovo al vaglio del Cts

“Al centro della discussione – scrive l’Ansa – anche il dossier scuola: la ministra Lucia Azzolina sarebbe stata contattata a un certo punto della riunione e si sarebbe discusso in particolare dell’ipotesi, cui lei si sarebbe detta contraria, dei. Ora comunque le proposte del governo sarebbero di nuovo al vaglio di Regioni e Cts per un parere, come avviene sempre prima del varo di un dpcm”.

Il nodo delle palestre

“Tra i temi più dibattuti, con una certa tensione – si legge ancora – c’è quello della chiusura delle palestre, che sarebbe sostenuta da alcuni ministri ma non dal ministro dello Sport Vincenzo Spadafora (è d’accordo con lui, per Iv, Teresa Bellanova), né dalle Regioni”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Gli enti locali per gli orari scaglionati

Di sicuro, governatori e sindaci continuano a chiedere linee uniformi nazionali su orari scaglionati e didattica a distanza: la ministra Azzolina ha concesso l’apertura di un confronto sugli orari con i dirigenti scolastici. Ma una decisione immediata sul tema non può essere presa.

A breve, ne sapremo di più: il premier Conte ha indetto una conferenza stampa per la serata.

Preparazione concorso ordinario inglese