Home Attualità Covid, meno focolai a scuola. Azzolina: “Rischio contagi ancora basso”

Covid, meno focolai a scuola. Azzolina: “Rischio contagi ancora basso”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Lucia Azzolina, Ministra dell’Istruzione, riporta i dati del monitoraggio settimanale dell’ISS che mostrano come la scuola ancora non presenti numeri allarmanti per quanto riugarda il rischio trasmissione del virus.

La Ministra Azzolina scrive su Facebook: “Il monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità dice che la trasmissione del virus dentro le scuole è ancora limitata: i focolai a scuola nella settimana dal 12 al 18 ottobre sono solo il 3,5% di tutti i nuovi focolai che si registrano nel Paese. Ma il dato più sorprendente è un altro: la settimana precedente (5-11 ottobre) erano il 3,8%. Quindi il numero di focolai dentro le scuole è addirittura sceso, in proporzione al totale“.

Azzolina aggiunge: “l’ISS conferma che dentro le scuole il rischio di trasmissione del virus continua ad essere molto molto basso“.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Questa settimana sono in aumento i focolai in cui la trasmissione potrebbe essere avvenuta in ambito scolastico anche se la trasmissione intra-scolastica appare ancora limitata (3,5% di tutti i nuovi i focolai in cui è stato segnalato il contesto di trasmissione). È tuttavia chiaro che le attività extra e peri-scolastiche possono costituire un innesco di catene di trasmissione laddove non vengano rispettate le misure di prevenzione previste”, si legge sul report presente sul sito del Ministero della Salute.

Tali dati sono piuttosto coerenti con le conclusioni giunte dallo studio “indagine sulla propagazione del virus nelle scuole”, a cura dei professori Enrico BucciGuido Poli e Antonella Viola. “I dati considerati non supportano un ruolo delle scuole come moltiplicatore di infezioni. I dati mostrano che le scuole non sono più protette del resto della comunità. Il tasso di infezione scolastica appare seguire quello della comunità circostante. La probabilità di infezione in una scuola non è significativamente diversa da quella della società nel suo complesso“.

Preparazione concorso ordinario inglese