Home Politica scolastica DdL, dal Governo solo spot: assume 100mila precari, ne lascia a casa...

DdL, dal Governo solo spot: assume 100mila precari, ne lascia a casa 150mila

CONDIVIDI
  • Credion

“Il governo continua a propagandare questa riforma sbandierando l’assunzione di 100mila docenti precari. Dimentica però di aggiungere che ne resteranno fuori ben 150mila che già insegnano da anni e sono tutti in possesso di abilitazione”: a dirlo, il 28 maggio, è stata la presidente del Gruppo Misto-Sel Loredana De Petris.

La deputata ha colto l’occasione per ricordare che in serata, quando si svolgeranno gli annunciati flash mob in trenta città, “i parlamentari di Sel parteciperanno alle proteste indette in tutto il Paese, così come alle manifestazioni dei prossimi giorni. Io sarò alla fiaccolata di protesta in piazza di Spagna”, a Roma dove mi schiererò con insegnanti e studenti: intendo “ascoltare con attenzione le loro istanze in vista della presentazione degli emendamenti al ddl del governo sulla scuola”, ha aggiunto De Pretis.

Icotea

 

{loadposition eb-scuola-italia}

 

 “Nei prossimi giorni – aggiunge – proseguirà questa fase di confronto e ascolto con tutti i soggetti coinvolti nella riforma: studenti, insegnanti, lavoratori della scuola e sindacati. Abbiamo assicurato che proseguiremo anche al Senato, con massima determinazione, la battaglia contro un ddl autoritario che umilia tanto i docenti quanto gli studenti”, ha concluso la presidente del Gruppo Misto-Sel. Confermando, in tal modo, le impressioni sulla volontà dell’opposizione politica di affiancarsi a sindacati, associazioni, docenti e studenti nella mobilitazione contro il disegno di legge ‘La Buona Scuola’.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola