Home Personale Decreto Cura Italia, documenti di riconoscimento: scadenza slitta al 31 agosto

Decreto Cura Italia, documenti di riconoscimento: scadenza slitta al 31 agosto

CONDIVIDI

L’art. 104 del cd. Decreto Cura Italia proroga la validità dei documenti di riconoscimento.

Infatti, prevede che la validità ad ogni effetto dei documenti di riconoscimento e di identità di cui all’articolo 1, comma 1, lettere c), d) ed e), del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del decreto (17 marzo 2020) è prorogata al 31 agosto 2020. La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

I documenti in questione sono:

ICOTEA_19_dentro articolo
  • documento di riconoscimento: ogni documento munito di fotografia del titolare e rilasciato, su supporto cartaceo, magnetico o informatico, da una pubblica amministrazione italiana o di altri Stati, che consente l’identificazione personale del titolare;
  • documento di identità: la carta di identità ed ogni altro documento munito di fotografia rilasciato, su supporto cartaceo, magnetico o informatico, dall’amministrazione competente dello Stato italiano o di altri Stati, con la finalita’ prevalente di dimostrare
    l’identita’ personale del suo titolare;
  • documento di identità elettronico: il documento analogo alla carta d’identità elettronica rilasciato dal comune fino al compimento del quindicesimo anno di età.

ALTRI ARTICOLI SUL DECRETO CURA ITALIA

TUTTE LE INFO SUL CORONAVIRUS

CONDIVIDI