Home Politica scolastica Decreto scuola: i lavori alla Camera riprendono lunedì. Forse c’è qualche rilievo...

Decreto scuola: i lavori alla Camera riprendono lunedì. Forse c’è qualche rilievo del MEF

CONDIVIDI

Riprendono lunedì, nell’aula della Camera, i lavori per la conversione in legge del decreto 126/2019.
Secondo voci dell’ultima ora il MEF starebbe formulando rilievi su alcuni emendamenti presentati nelle Commissioni.
Intanto può essere utile sapere che l’anno scolastico in corso 2019/20 sarà considerato valido per il completamento del requisito per la partecipazione con riserva alla procedura speciale. Nella giornata di ieri questa possibilità era stata messa in forse e si era sollevata un’ondata di panico dei cosiddetti 180×2.
Nel pomeriggio é stata la Sottosegretaria On. Lucia Azzolina (M5S) a precisare che nella legge di conversione del DL 126 sarà sicuramente previsto l’anno 2019/20 come anno valido per la partecipazione al concorso riservato se il servizio sarà prestato per 180 giorni ovvero ininterrottamente dal primo febbraio agli scrutini.
La stessa Azzolina, sulla sua pagina FB, sottolinea che il provvedimento che la Camera di appresta ad approvare “incomincia a mettere ordine nel sistema scolastico; si tratta di un testo a cui la maggioranza ha lavorato compatta e all’interno del quale sono state inserite diverse norme fortemente volute dal MoVimento 5 Stelle”.
“Ho seguito tutti i lavori in questi giorni, riunione dopo riunione, voto dopo voto – aggiunge Azzolina – Abbiamo agito mettendo la scuola al centro. È una cosa di cui vado fiera. Sono certa che lavoreremo con lo stesso clima anche al Senato”.

CONDIVIDI