Home Politica scolastica Decreto scuola: il nodo è quello delle assunzioni. PD, LEU e Lega...

Decreto scuola: il nodo è quello delle assunzioni. PD, LEU e Lega vogliono concorsi per titoli e servizio

CONDIVIDI

Nel pomeriggio di martedì 12 riprendono i lavori della Commissione Cultura del Senato per la conversione in legge del decreto 22 che contiene misure per la regolare conclusione dell’anno scolastico (esami di Stato e valutazione degli alunni innanzitutto).
La seduta è convocata per le 15.30 ma alle 16.30 si dovrà chiudere perchè a quell’ora iniziano i lavori dell’aula; ci sarà insomma appena il tempo per qualche rapido intervento di carattere generale che potrebbe però servire per rendersi conto dell’ “aria che tira”.
Il passaggio del decreto in Commissione è infatti molto importante perchè sarà proprio lì che si decideranno le sorti della “battaglia” sulla questione del precariato e dei concorsi che da qualche settimana ha acceso il dibattito politico fra maggioranza e opposizione (Lega in particolare) e all’interno della stessa maggioranza di Governo (PD e LEU sembrano essere propensi ad assunzioni tramite concorsi per soli titoli e servizio, in palese disaccordo con la ministra Azzolina).
Intanto arriva dalla Commissione Bilancio la notizia che nei giorni scorsi sono stati presi in esame gli emendamenti presentati dai senatori. Su molti di essi la Commissione ha chiesto chiarimenti e si è riservata di decidere dopo aver ricevuto le relazioni tecniche della Ragioneria Generale.
Dopo la seduta interlocutoria del 12 maggio i lavori dovrebbero riprendere a pieno ritmo nella giornata del 13 per concludersi, quasi certamente, giovedì 14. In tal modo il provvedimento potrebbe essere discusso e votato dall’aula del Senato a partire dalla prossima settimana.

CONDIVIDI