Home Didattica Didattica e gestione della classe, quali difficoltà e come risolverle

Didattica e gestione della classe, quali difficoltà e come risolverle

CONDIVIDI

Fra le varie difficoltà dell’insegnamento, c’è senz’altro quello relativo alla gestione della classe. Soprattutto far funzionare il tutto in modo armonioso, affinchè si possa facilitare l’apprendimento.

Infatti, l’educazione degli studenti passa soprattutto attraverso il clima di classe e i processi di comunicazione/interazione che si costituiscono tra docenti/studenti e all’interno del gruppo dei pari.

Quali difficoltà

Le cause di queste difficoltà affondano le radici in diversi “inceppi” del meccanismo scolastico: dall’eccessivo numero di alunni in classe, alle difficoltà comunicative tra docente e alunno/i, passando per l’eccessivo carico di lavoro dei docenti ed i rapporti spesso non collaborativi tra scuola e famiglia.

ICOTEA_19_dentro articolo

Bisogna infatti sottolineare come favorire relazioni positive a livello interpersonale e di gruppo sia un obiettivo della funzione docente, non meno importante degli obiettivi cognitivi. Per diventare educativo un contesto di convivenza, come quello scolastico, deve essere attraversato da interazioni cooperative fondate su fiduciacorrettezzaaffidabilità.

Come gestire il clima di classe

Secondo Freiberg, il clima di classe è dato dalla mescolanza di almeno 5 elementi cui i docenti e i dirigenti scolastici devono porre attenzione, che sono:

– la prevenzioneIl lavoro sul clima di classe è un lavoro di prevenzione nei confronti di tutti quegli atteggiamenti di impulsività, mancato autocontrollo, scarso senso di appartenenza che nelle comunità scolastiche sono causa di disagio, bullismo, demotivazione e dispersione che mira a permettere agli studenti di diventare collaboratori piuttosto che ostacoli.

– il prendersi cura degli studenti: il prendersi cura dei bisogni individuali degli studenti e la personalizzazione/individualizzazione dell’insegnamento/ apprendimento, ognuno è considerato nella sua originalità e può sentirsi accettato e parte della classe.

– la cooperazione: Il lavoro sul clima di classe si poggia inoltre su un atteggiamento didattico che facilita la cooperazione tra gli studenti e non la competizione o il lavoro individualistico. Le condizioni che promuovono un ambiente sociale democratico, secondo Dewey, comprendono: un ambiente fisico che inviti all’attività cooperativa; un insegnante che faciliti la piena partecipazione e sostenga la libertà intellettuale; un corpo eterogeneo di allievi che interagiscano liberamente tra loro.

– l’organizzazione: per evitare questo rischio è necessario pianificare i propri interventi dal punto di vista organizzativo.

– la comunità: per avere successo per quanto riguarda la gestione e l’organizzazione del clima di classe è importante formare una identità individuale, di gruppo e di relazione.

A tal proposito, La Tecnica della Scuola propone un corso online, modalità webinar, dal titolo: “Strategie organizzative per la gestione della classe”.

Saranno svolti 2 incontri di 2 ore ciascuno per un totale di 4 ore
> Lunedì 2 settembre 2019 – dalle ore 16.00 alle 18.00
> Venerdì 13 settembre 2019 – dalle ore 16.00 alle 18.00

 

VAI ALLA SCHEDA DEL CORSO PER TUTTI I DETTAGLI

 

CONDIVIDI