Home Didattica Didattica, i quattro fattori fondamentali della Flipped Classroom

Didattica, i quattro fattori fondamentali della Flipped Classroom

CONDIVIDI

Le linee guida per la costruzione di una Flipped Classroom, centrate sull’apprendimento dello studente, sono suddivise su quattro fattori fondamentali.

Il docente deve provvedere a:

  • Incentivare lo studente affinché si prepari per l’incontro in classe
  • Ideare meccanismi di valutazione della comprensione degli studenti
  • Ricercare rapidi feedback per adattare il lavoro individuale e di gruppo.

Allo studente deve essere assegnato il tempo sufficiente per svolgere quanto richiesto.

ICOTEA_19_dentro articolo

Per garantire la presenza sociale si devono fornire:

  • Assistenza nella costruzione di una comunità di apprendimento
  • Tecnologie familiari agli utenti e facilitazione al loro accesso

Questo sistema si basa sulle potenzialità dell’intelligenza collettiva-connettiva, pertanto si verifica uno scambio continuo: gli studenti possono attingere da un sapere globale ed il docente si pone nella posizione di accogliere ed elaborare nuove informazioni e collaborare alla costruzione di sapere.

Si ricorda che l’insegnamento capovolto è una metodologia didattica che si propone di rendere il tempo-scuola più produttivo e funzionale rispetto alle esigenze della società nella information era radicalmente mutata in pochi anni.

I fautori di questo metodo ritengono che la rapida mutazione indotta dalla diffusione del web abbia prodotto un distacco sempre più marcato di gran parte del mondo scolastico dalle esigenze della società, dalle richieste del mondo delle imprese e dalle abilità e desideri degli studenti e delle loro famiglie.

Si è osservato anche che gli interessi degli studenti nascono e si sviluppano sempre più all’esterno dalle mura scolastiche.

La rivoluzione internet ha permesso la diffusione massiva non solo del sapere scritto ma anche dei contenuti multimediali, rendendo possibile fruire da casa le lezioni/spiegazioni dei docenti. Dato che il sapere non è confinato tra le mura delle istituzioni scolastiche, i sostenitori di questa metodologia ritengono che sarebbe improduttivo trasmettere a scuola quello che è già disponibile a casa.

L’insegnamento capovolto propone quindi l’inversione dei due momenti classici, lezione e studio individuale:

  • la lezione viene spostata a casa, sostituita dallo studio individuale;
  • lo studio individuale viene spostato a scuola, sostituito dalla lezione in classe dove l’insegnante può esercitare il suo ruolo di tutor al fianco degli studenti.