Home Sicurezza ed edilizia scolastica Didattica in presenza, come avverrà la verifica delle condizioni sanitarie degli studenti

Didattica in presenza, come avverrà la verifica delle condizioni sanitarie degli studenti

CONDIVIDI

Con riferimento alle novità introdotte dagli artt. 19 e 30 del D.L. 27 gennaio 2022, n. 4, il Ministero dell’Istruzione ha fornito alcune indicazioni in merito alla verifica digitale delle condizioni sanitarie che consentono la fruizione della didattica in presenza/la riammissione in classe in regime di auto-sorveglianza.

CIRCOLARE N.110

La verifica avverrà tramite l’APP Verifica C19, che sarà opportunamente aggiornata.

Icotea

Le condizioni infatti per consentire di applicare il regime di auto-sorveglianza sono:

  • aver ricevuto la dose booster;
  • aver completato il ciclo vaccinale primario nei 120 giorni precedenti;
  • essere guariti da infezione da SARS-CoV-2 nei 120 giorni precedenti.

Tali condizioni assumono rilievo al fine di consentire agli alunni di continuare a frequentare in presenza, nei casi in cui nelle relative classi sia stata disposta la didattica digitale integrata e di essere riammessi in classe, nei casi in cui, a seguito di un contatto con soggetti risultati positivi all’infezione da SARS-CoV-2, nelle relative classi sia stata disposta la sospensione delle attività didattiche in presenza.

La verifica dei requisiti richiesti dovrà essere espletata nel rispetto della
normativa in materia di protezione dei dati personali.