Home Attualità Divario retributivo di genere: entro il 2030 si chiuderà il gender pay...

Divario retributivo di genere: entro il 2030 si chiuderà il gender pay gap

CONDIVIDI

Le donne sono bravissime in matematica, ingegneria, informatica. Ma non lo sanno». Così afferma  non una donna, ma un uomo, Nicola Palmarini, manager dell’Ibm a Boston e autore del bel saggio Le infiltrate: ragazze e tecnologia, stereotipi e opportunità.

L’intelligenza artificiale sta ridisegnando il mondo, ma lo sta facendo con le menti degli ingegneri e dei programmatori maschi e, per giunta, replicando una visione che è vecchia di cent’anni, quella per cui uomo equivale a dottore, donna equivale a infermiera. Proprio in questo contesto il divario retributivo di genere è un tema caldo, tanto che alcune aziende hanno deciso di dichiarare apertamente la loro attività di recupero in questa direzione, cercando di colmare il gap di retribuzione fra uomini e donne.

Icotea

Una ricerca di Accenture rivela che le studentesse universitarie di oggi – dei Paesi sviluppati – potrebbero essere la prima generazione nella storia a vedere il gender pay gap chiudersi, se si lavora strategicamente per colmare il divario entro il 2030 lavorando su tre assi:

  1. Digital Fluency: la capacità di usare le tecnologie digitali per connettersi, apprendere e lavorare.
  2. Strategia di carriera: per fare scelte consapevoli e gestire le carriere in modo proattivo.
  3. Immersione tech: acquisire maggiori competenze tecnologiche e digitali per avanzare rapidamente.