Home Archivio storico 1998-2013 Generico Diversità, conoscersi elimina la paura

Diversità, conoscersi elimina la paura

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Si svolgerà a Roma, il 16 novembre 2006, presso l’Aula Magna del Ministero delle Comunicazioni, Viale Europa 190, la cerimonia di premiazione del concorso “La conoscenza della diversità elimina la paura della differenza”.
Il concorso, rivolto alle scuole statali di ogni ordine e grado, è stato promosso dal Miur d’intesa con Fiaba (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche).
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di diffondere la conoscenza della diversità come valore positivo, e della diversità di tutti come normalità, “nuovo modo di sentire per un nuovo agire, che renderà possibile a tutti l’esercizio di diritti costituzionalmente sanciti, per una cittadinanza reale. Un contributo al miglioramento dei programmi didattici sulla diversità e la prevenzione delle discriminazioni”.
Gli elaborati, che hanno fotografato la cultura dell’ “handicap” dal punto di vista dei giovani, sono stati selezionati dalla Commissione, costituita con decreto del Capo Dipartimento (D.D. n. 15 del 14/04/2005), in attuazione degli accordi previsti dal Protocollo d’intesa tra Miur e Fiaba, che ha concluso i lavori per la designazione dei vincitori del bando di concorso il 17 Maggio 2005. 
Tra le opere e i lavori pervenuti, a seguito della preselezione degli Uffici Scolastici Regionali, sono risultate vincitrici le classi: Classe V – Direzione Didattica Genova – Voltri, Plesso “De Amicis” – Genova; Classe I L – Scuola Media Statale “A. Manuzio”, Plesso “G. di Vittorio” – Mestre (VE); Classe IV B – I.I.S. “Don Milani – Depero” – Provincia Autonoma di Trento. Questo istituto in particolare, vincitore per la categoria degli istituti secondari superiori del territorio nazionale, si è distinto per la qualità intellettuale e artistica dell’opera presentata alla Commissione, che ha saputo coniugare l’esigenza di comunicare un messaggio positivo ad un eccellente impianto grafico e musicale.

 
 
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese