Home Politica scolastica Docenti pugliesi al Nord, il Pd solidale con loro. L’ira del M5S:...

Docenti pugliesi al Nord, il Pd solidale con loro. L’ira del M5S: ipocriti!

CONDIVIDI
  • GUERINI

Gli esponenti pugliesi del Partito Democratico si dicono solidali con i tanti docenti della regione trasferiti su ambiti del Nord.

Le parole, in particolare quelle del segretario regionale Marco Lacarra, non sono piaciute ad otto consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle e al deputato pugliese M5S Giuseppe Brescia componente della VII Commissione Cultura

Icotea

“A tutto c’è un limite. Anzi no.L’ipocrisia dei politici locali del Partito Democratico in merito ai disastri causati da “La Buona scuola” sembra non conoscere confini”, hanno scritto i pentastellati in un comunicato congiunto.
I “grillini” sostengono che siamo dinanzi ad “una divisione tra cittadini che si sarebbe potuta e dovuta evitare a monte gettando nel cestino questa legge sostenuta e pensata da un governo Pd“.

“Oggi al danno si aggiunge la beffa sottoforma di dichiarazioni di solidarietà e impegni ad “aggiustare le cose” da parte di politici che sono iscritti al Partito Democratico e che nel caso peggiore, quello dei parlamentari Pd locali, quella legge l’hanno addirittura votata: Finocchiaro, Latorre, Tomaselli, Mongiello, Ginefra, Mariano, Massa, Boccia, Cassano, Grassi, Ventricelli, Vico, Bordo, Pelillo e Capone”.

Per i politici del M5S, dunque, “fa sorridere l’impegno profuso ora nei confronti degli insegnanti dal consigliere-professore Pisicchio, fratello del parlamentare Pino Pisicchio che fino a quando è stato presente nel corso delle votazioni ha votato a favore del ddl”.

Gli esponenti “grillini” concludono il loro intervento con due domande: “dove eravate in questo anno e mezzo nel quale questi docenti hanno chiesto a gran voce in tutte le sedi di essere ascoltati ed aiutati? Dove trovate oggi il coraggio di rivolgere anche solo i vostri pensieri a queste persone che hanno il delicatissimo compito di formare le generazioni future del nostro Paese e che il vostro partito ha costretto all’ennesima umiliazione?”.

 

{loadposition corso-cooperative-learning}

 

 

{loadposition facebook}