Home Attualità Domenica 4 marzo urne aperte dalle 7 alle 23: in quali scuole...

Domenica 4 marzo urne aperte dalle 7 alle 23: in quali scuole votano i leader politici?

CONDIVIDI

Il voto politico del 4 marzo è vicinissimo: tra qualche ora l’Italia si recherà alle urne per scegliere chi salirà a breve alla Camera e al Senato, in corrispondenza della diciottesima legislatura. Dalle ore 7 alle 23 i cittadini dai 18 anni potranno esprimere le loro scelte, anche per il rinnovo delle giunte regionali di Lazio e Lombardia. Scontati, invece, risultano le preferenze dei leader politici. Ecco, allora, che l’attenzione si sposta su dove voteranno i big della politica. A fornire i nomi delle scuole dove si recheranno i politici più rappresentativi, è l’agenzia Ansa.

Qualcuno, diligentemente, ha già informato sull’ora e il luogo dell’andata al seggio, altri invece ancora si “nascondono” per evitare telecamere e fotografi.

Mattarella a Palermo; Boldrini, Berlusconi e Salvini a Milano

Il capo dello Stato Sergio Mattarella voterà a Palermo, alla scuola S. Giovanni XXIII.

ICOTEA_19_dentro articolo

La città di Milano conta tre protagonisti della politica: inizierà alle 10.30 la presidente della Camera e esponente di Leu Laura Boldrini in via della Commenda 26; tra le 11.30 e le 12 Silvio Berlusconi ritirerà la sua scheda in via Scrosati; mentre il leader della Lega Matteo Salvini voterà nel pomeriggio, verso le 17 in via Martinetti 25.

Alla scuola Sulmona in via Sandro Pertini 37 a Pomigliano D’Arco dovrebbe comparire il candidato premier M5s Luigi Di Maio.

Voto romano per Renzi, Gentiloni, Napolitano, Bonino, Meloni, Di Battista, Draghi e Padoan

Matteo Renzi sarà a Firenze al liceo Machiavelli alle 9. Nella Capitale la maggior concentrazione di seggi per i vip della politica. Aprirà le danze in prima mattinata il premier Paolo Gentiloni in via Manin; Giorgio Napolitano sarà tra le 11 e le 11.30 in via Panisperna; la leader di +Europa Emma Bonino sarà invece alle 11 in via dell’Arco del Monte 99 (il segretario di Radicali italiani sarà invece alle 10.30 a largo Ravizza nel quartiere romano di Monteverde) stessa ora per Pietro Grasso leader di Leu che voterà in via del Tintoretto, 371; Giorgia Meloni si presenterà alle urne alle 12 via Beata Vergine del Carmelo 75. Seggi romani anche per il pentastellato Alessandro Di Battista (10.30 alla scuola dell’infanzia il Girasole in via Taverna 95), Mario Draghi (al liceo Mameli in via Micheli 29), mentre il ministro Pier Carlo Padoan si recherà alle 10 al seggio 222 di Ponte Milvio.

Lorenzin a Modena, Grillo nella sua Sant’Ilario, Bersani a Piacenza

Tra i ministri si segnala anche il voto di Beatrice Lorenzin che alle 10, a Modena, depositerà le proprie schede al seggio elettorale di via Scacciera.

Il candidato premier di Forza Italia Antonio Tajani sarà invece a Fiuggi nel frusinate, alla scuola elementare di via degli studi alle 10.

Ivrea, in provincia di Torino, raccoglierà invece il voto di Davide Casaleggio, mentre Beppe Grillo voterà – come al solito – nella sua Sant’Ilario.

A Bologna si avvicenderanno Romano Prodi, Pier Ferdinando Casini e Vasco Errani.

Mentre Pierluigi Bersani andrà alle urne alle 10 nella scuola elementare Pezzani di via Emmanueli a Piacenza.

Maria Elena Boschi, scioglie infine la propria riserva scegliendo di votare a Bolzano: alle 11.30 si recherà alla scuola Goethe, in Piazza della Madonna.

La Tecnica della Scuola ha predisposto una tabella riassuntiva con i 5 punti chiave degli schieramenti più importanti in campo.