Home Archivio storico 1998-2013 Generico Donne e saperi al centro dell’attività didattica

Donne e saperi al centro dell’attività didattica

CONDIVIDI
  • Credion

L’anno scolastico all’Istituto di Istruzione Superiore “Giovanna De Nobili” – Licei Artistico, Linguistico, Scienze Umane- di Catanzaro si è aperto con la distribuzione dell’Annuario 2011, nel quale sono confluiti studi, riflessioni, ricerche, su “Donne e saperi: luoghi, tempi e immagini della femminilità”, ch’è stato il filo conduttore dei progetti inseriti nel Piano dell’Offerta Formativa e realizzati nel 2010/2011. Anno scolastico passato e anno scolastico nuovo, insieme, senza soluzione di continuità, con la capacità di guardare ad una didattica di vasto respiro per un modo innovativo di fare scuola in un tempo di rapidi cambiamenti culturali.

Con le sue duecento pagine, l’Annuario si presenta come “un volume straordinario” –scrive il dirigente scolastico Francesco Giuseppe Graceffa  nella nota di presentazione- di facile ed immediata fruizione –aggiungiamo noi- delle attività svolte. Un volume che documenta il “già fatto” nei tre indirizzi di studio, conservandone quindi la memoria alle generazioni che in futuro si alterneranno nelle aule dell’istituto, ma che nel contempo aggiunge un ulteriore tassello alla storia della scuola, che ad oggi vanta una tradizione quasi centocinquantenaria, tanto quanto l’Unità d’Italia E, se pur immaginato, nell’impostazione originaria, come “volume monotematico”, l’Annuario consegna al lettore la creatività riflessiva e compositiva dei singoli autori (alunni e docenti) in campi culturali più ampi, sebbene attigui al genio femminile nel suo rapporto con i saperi, così come è venuto a concretizzarsi nel corso dei secoli. Complessivamente –tra studi, ricerche, approfondimenti, poesie, immagini- la figura femminile dalle pagine dell’Annuario ne esce esaltata nel suo reale valore antropologico, in un frangente storico caratterizzato da banalità mortificanti e umilianti. E’ stato riattualizzato l’impegno nella storia di donne straordinarie –scienziate, filosofe, artiste-, ma è stata anche riproposta  la testimonianza di donne, che nella cultura del nostro tempo, hanno vissuto la quotidianità della loro vita in modo davvero straordinario. Le une e le altre, tutte donne portatrici di un forte messaggio umano, che impreziosisce l’attualità, talvolta purtroppo frivola e poco edificante, dei tempi che viviamo.
C’è poi anche l’altra caratteristica dell’Annuario, che conferisce  un valore aggiunto ai contributi –culturali e scientifici- che riempiono le pagine del volume. Ed è la ”fotografia” del capitale umano, che per un anno intero ha animato la vita della scuola, arricchita dall’elenco nominativo degli alunni, delle classi, dei docenti, dei non docenti e l’insieme della struttura organizzativa, che ha supportato l’attività didattica. 
In questo senso l’Annuario, oltre che memoria, si fa anche ricordo di un tempo umanamente vissuto, nella convivialità dei differenti status lavorativi.
Curato da Francesco G. Graceffa (dirigente scolastico), Roberto Chiarella, Amelia Roberto e Giuseppina Vatrella (docenti), l’Annuario, al suo interno, è sostanzialmente articolato in due parti (“Il contributo degli alunni”, con saggi scritti in francese, inglese e tedesco, e “Il contributo dei docenti”), racchiuse tra una sezione introduttiva e la photogallery finale. Dopo la premessa dei curatori, una poesia, in vernacolo catanzarese dal titolo ‘A fimmina della docente Rita Ferragina, immette direttamente nella lettura delle riflessioni sul variegato e ricco universo femminile. La copertina del volume è stata realizzata ed elaborata dall’assistente tecnico Adelaide Deblasio, che l’ha rivestita di uno splendido tricolore, per un omaggio, che non poteva mancare, a nome di tutto il “De Nobili”, ai 150 anni dell’Unità d’Italia.