Home I lettori ci scrivono I Dsga, gli invisibili della scuola

I Dsga, gli invisibili della scuola

CONDIVIDI

Il Dsga è praticamente il “Segretario” di una volta, ma seppure il suo ruolo, nei fatti, è profondamente cambiato nel tempo, tutti continuano a pensare alla nostra figura come a quella di un impiegato che si limita a fare due conti e che è tenuto ad inchinarsi ad ogni richiesta del Dirigente ed anche dei docenti. Al servizio della comunità scolastica, praticamente.

Trascorriamo le nostre giornate assillati da mille problemi e mille difficoltà, da affrontare spesso in assoluta solitudine. Oggi ho passato quasi l’intera mattinata a ricreare ambiente sicurezza Entratel… quanti sanno cosa sia? Sono stata ore al telefono in attesa di ricevere risposta da assistenza, prima di risolvere. Per dirne una.

Icotea

Il Dsga “tuttofare”

Il lavoro dei Dsga è sempre più complesso e indefinito, tanto che, non sapendo esattamente cosa ci compete e siccome sentiamo addosso responsabilità che non sono nostre, forse per puro masochismo facciamo gran parte del lavoro che non ci compete. Basterebbe che ognuno facesse il suo… certo… ma non è così semplice. I Dirigenti sono assillati da adempimenti didattici e non solo, burocratici, cose che manco loro hanno mai fatto, anche se sostenuti dai collaboratori, dai team di supporto a questo e quello…

I Dsga hanno apporto degli assistenti, certo, ma non è semplice trovare una buona squadra, oltretutto ridotta all’osso dai tagli di organico degli ultimi anni.

Di cosa ci occupiamo? Dell’iter degli acquisti, dalla richiesta dei preventivi, quando occorre, alla liquidazione delle fatture. Cosa che detta così potrebbe sembrare semplice, ma comprende in realtà una serie di operazioni attraverso utilizzo di vari software in continuo aggiornamento… saltando da sito banca a programma gestione, ci occupiamo delle pratiche pensionistiche e fiscali, tante scaricate su di noi da altri uffici (Inpdap – Uffici scolastici territoriali), sempre attraverso sistemi telematici ancora non alla portata di tutti e comunque complessi e disorganizzati.

Un lavoro stancante

Tante piccole sequenze di operazioni per ogni cosa si debba fare, dal protocollo alla gestione dei pagamenti e delle nomine. Tutto informatizzato. Il che può sembrare positivo, e in parte lo è, ma tante volte ci blocca. Perché se cancellare una nota o un numero sbagliato a penna è semplice, a volte correggere un errore fatto attraverso programmi vuol dire dover azzerare tutto e rifare. E capita spesso.

Possiamo perdere giornate dietro un programma che non funziona. E ci sono Password innumerevoli per ogni accesso… e ricostruzioni, contenziosi, regolarizzazione sospesi, rapporti con gli enti, predisposizione determine, gestione AVCP, Cig, Cup,PCC, Firma digitale, Emens, Certificazione unica, 770, Dichiarazione Irap, a parte naturalmente gestione bilancio, che con i progetti sempre più numerosi da gestire diventa un vero calvario. E nomine esperti, gestione anagrafe prestazioni….

E’ vero, vengono fatti corsi di formazione. Ma spesso sono insufficienti e superficiali. Bisogna avere il tempo per seguirli e poi leggere le guide che vengono inviate via mail… pagine e pagine…. ci sarebbe da leggere 24 ore su 24 per essere sempre aggiornati.

Le norme e le novità legislative si susseguono senza che ci sia il tempo a volte di starci dietro. Oltretutto spesso dobbiamo essere noi a cercare l’ultima perché non sempre ci viene inviata direttamente e in modo chiaro. Comunque abbiamo selezionato esperto.

Vogliamo parlare della tanto sbandierata dematerializzazione? Quante scuole sono allineate? Nella mia scuola consumiamo ancora centinaia di risme di carta. E’ difficile adeguarsi al passaggio. Non basta dire si deve fare, bisogna essere messi in condizione di farlo. Nonostante in tante scuole ci siano uffici amministrativi con personale preparato, capace e collaborativo e Dirigenti preparati e decisi a far rispettare le norme, nella maggior parte delle scuole si vive spesso alla giornata… cercando di fare del proprio meglio.

Perché una scuola non è un ufficio qualsiasi. Ci sono i bambini, con le loro priorità, che spesso si fanno male, e bisogna fare denuncia infortunio… nei termini, se no partono le multe… e ascoltare i genitori e i docenti. Ormai i Dirigenti trascorrono gran parte delle loro giornate ad ascoltare confidenze e lamentele degli uni e degli altri….

Nella scuola, più che in altri uffici, c’è voglia e bisogno di contatto umano.

Avere a che fare con i bambini, con i docenti, con i mille progetti, le innovazioni, le gite… le centinaia di attività che contraddistinguono le scuole, non è cosa semplice.

Perché niente bonus per noi?

E a proposito di corsi di formazione… COME MAI AI DSGA NON E’ STATO ATTRIBUITO BONUS??? Continuo a chiedermelo ma non trovo la risposta…

Il Dsga si occupa del coordinamento degli uffici di segreteria. E’ responsabile della contabilità, e non solo… Spesso si sostituisce per forza di cosa al DS, che è troppo impegnato con genitori, alunni e docenti per seguire iter amministrativi vari, ma non gli è riconosciuta funzione dirigenziale, anzi sembra sempre più un dipendente del Dirigente Scolastico, nonostante sia affiancato a questi nella gestione di gran parte delle attività scolastiche.

Il Dsga è chiamato in causa per sistemare tutte le situazioni scomode. E’ un tuttofare. Dall’ordine della carta igienica alla gestione dei PON…. ma si ha idea di quanto lavoro, quanta burocrazia ci sia dietro ai PON?

E’ un iter complesso e farraginoso, e i Dsga si fanno carico della maggior parte del lavoro, sempre in solitudine, senza nessuna considerazione né alcun rispetto per il lavoro svolto, anche se fondamentale per la corretta gestione del tutto. Ed è richiesta la loro specifica presenza in fase di controlli ministeriali… piuttosto certosini e devono farsi anche carico dello stress collegato al dover rendicontare su quanto è stato fatto, spesso in modo frettoloso e non sempre in linea con le norme, perché per forza di cosa non si riesce a star dietro a tutto..

Il Dsga dovrebbe avere alle dirette dipendenze il personale Ata (Assistenti e Collaboratori scolastici) ma il Dirigente è colui che decide, alla fine….

Per quanto mi riguarda ho la sensazione costante di aver lasciato indietro qualcosa. So di non essere in regola con tanti adempimenti, di alcuni nemmeno sono a conoscenza, probabilmente. Cerchiamo di darci una mano tra colleghi. Sperando di salvare il salvabile, ma ogni giorno di più con la paura di doverci rimettere qualcosa anche economicamente, perché spesso arrivano sanzioni, perché non c’è nessuno a cui possiamo dire che non riusciamo a fare tutto, che il personale alle nostre dipendenze spesso è impreparato o comunque numericamente insufficiente a coprire il carico di lavoro. Perché non possiamo nominare supplenti se si assenta un assistente amministrativo, a meno di non restare con due in servizio, anche se i titolari sono 6, come nel caso della mia scuola. Perché ci sono in ufficio docenti inidonei all’insegnamento spesso per motivi psicologici o fisici che vengono destinati a svolgere mansioni amministrative complesse, che è tutto dire.

Altro indicatore della scarsa considerazione del ruolo del Dsga il mancato riconoscimento economico legato alle reggenze. Sono ormai due anni che non viene liquidata ai DSGA compenso spettante PER LEGGE per le reggenze. E si sa che la maggior parte del lavoro ricade su di loro. Dovremmo tutti rifiutarci o non proporci per reggenze, ma spesso per assecondare il proprio Ds o per mettersi in gioco o per spirito di sacrificio o per arrotondare lo stipendio assolutamente inadeguato che percepiamo ,non lo facciamo, e ci ritroviamo a dover gestire due scuole senza avere nemmeno adeguato riconoscimento economico, ma nessuno ne parla….

L’ultimo contratto, atteso da anni, ci ha nuovamente penalizzato, o meglio ignorati. Noi siamo paradossalmente gli invisibili della scuola, bistrattati dai più. Fermi ad un ruolo che non ci rende giustizia, anzi, CI MORTIFICA sempre più.

Io amo il mio lavoro, mi batto ogni giorno perché vengano rispettate le regole, per fare in modo che tutto o quasi venga fatto come si deve….e sono stanca, davvero, sempre di più, ma non mi arrendo, in tanti non ci arrendiamo e continuiamo a fare il nostro lavoro con impegno, caparbietà e responsabilità. Ma le cose devono cambiare, nell’interesse di tutti, perché davvero il bicchiere è colmo e stiamo allontanandoci sempre più da quella che vorremmo “Una buona scuola”.

 

Silvia De Martino e altri DSGA e no            

  1. Adriana Soddu
  2. Agata Di Simone
  3. Agata Paratore
  4. Agnese Bruna
  5. Agostina Patti
  6. Alberto Panza
  7. Alessandro Paderi
  8. Andreana Mascolo
  9. Angela Martulli
  10. Angelo Spinelli
  11. Anna Aprea
  12. Anna Bianco
  13. Anna Canna
  14. Anna Ciotola
  15. Anna Doldo
  16. Anna Fenderico
  17. Anna Formica
  18. Anna Lordi
  19. Anna Maria Dal Lauro
  20. Anna Michelina Canestraro
  21. Anna Panunzio
  22. Anna Tedesco
  23. Anna Tedesco
  24. Anna Valentino
  25. Anna Zaffuto
  26. Antonella Bigi
  27. Antonella Bilotti
  28. Antonella Chiari
  29. Antonella Corso
  30. Antonella Guglielmelli
  31. Antonella Lavecchia
  32. Antonella Murianni
  33. Antonella Toscano
  34. Antonella Villari
  35. Antonietta Fazio
  36. Antonietta Marano
  37. Antonio De Marco
  38. Antonio Forlano
  39. Antonio Godino
  40. Antonio Tomà
  41. Antonio Tria
  42. Arianna Martis
  43. Assunta Accurso Tagano
  44. Aurora Casillo
  45. Barbara Due
  46. Basile Francesco
  47. Biagio Gallè
  48. Calogero Scalisi
  49. Canapina Giuliana
  50. Carla Lardo
  51. Carme Rello
  52. Carmela Musto
  53. Caterina Amati
  54. Caterina Elisabetta Schifino
  55. Caterina Guglielmi
  56. Caterina Marciano
  57. Cati Sorgonà
  58. Cecilia Cairo
  59. Cenziana Iannone
  60. Cinzia Bosisio
  61. Cinzia Bretti
  62. Clara Gnuccoli
  63. Claudia Vinci
  64. Claudio Gigli
  65. Claudio Ripoli
  66. Costanza Campana
  67. Cristina Acco
  68. Daniela Abrignani
  69. Daniela Lepore
  70. Daniela Minieri
  71. Debora Casadei
  72. Dina Genovese
  73. Domenico Antico
  74. Domenico Valerioti
  75. Dominique Cannistra
  76. Donata Teulodo
  77. Donatella Capecchi
  78. Donatella Salatino
  79. Edi Martorelli
  80. Elena danesi
  81. Elena Rizzo
  82. Eleuterio Testa
  83. Elga Rigo
  84. Elio Benigno
  85. Elisa Digiacomo
  86. Elisabetta Galloni
  87. Enrico Dello Russo
  88. Enzo Conti
  89. Enzo Meccia
  90. Eulalia Talamonti
  91. Fabiana Caroppo
  92. Fabiola Longo
  93. FabrizioProvelli
  94. Fatima Squillaci
  95. Filomena Di Maio
  96. Filomena Pirri
  97. Floriana Di Brango
  98. Floriana Nardelli
  99. Francesca D’Elia
  100. Francesca Franzò
  101. Francesco Campisi
  102. Francesco Marcato
  103. Francesco Petruzzi
  104. Gabriella Cosentino
  105. Gabriella Dessi
  106. Gabriella Gialloreto
  107. Gandolfo Picciuca
  108. Gianni Meloni
  109. Giovanni Monaco
  110. Giuliana Lemme
  111. Giuliana Massaro
  112. Giuseppe Attanasio
  113. Giuseppe Mulè
  114. Giuseppe Raccagno
  115. Giuseppe Siena
  116. Giusi Piazza
  117. Graziella Maria Denti
  118. Ida Peloso
  119. Ilaria Maria
  120. Ile Ciairon
  121. Iolanda Della Monica
  122. Iolanda Fragapane
  123. Isabella Torrenti
  124. Ivana Langella
  125. Ivana Serra
  126. Jose Manca
  127. Katia Matarazzo
  128. Laura bovino
  129. Laura Cascianini
  130. Laura Oldano
  131. Lea Quaranta
  132. Lia Mirabile
  133. Lia Montale
  134. Lia Tascino
  135. Lidia Gnazzo
  136. Lidia Magagnato
  137. Liliana Raudino
  138. Lina Botte
  139. Loredana Garola
  140. Loredana Palmieri
  141. Lori Vannozzi
  142. Lucia Basile
  143. Lucia Carmen Ternullo
  144. Lucia Esposito
  145. Lucia Fois
  146. Lucia Vivaldini
  147. Luciana Livieri
  148. Luciana Matjak
  149. Lucy Ventura
  150. Luisa Lo Brutto
  151. Manu Giampy Gallo
  152. Manuela Mazzolani
  153. Marco Locanto
  154. Margherita Faccenna
  155. Margherita Settanni Vinci
  156. Maria Adagio
  157. Maria Capuana
  158. Maria Enza Sangiovanni
  159. Maria Giuseppa Carollo
  160. Maria Ida Favia
  161. Maria Iozzi
  162. Maria Luigia Camboni
  163. Maria Luisa Cannata
  164. Maria Manzella
  165. Maria Neve
  166. Maria Pietropaolo
  167. Maria Ramunno
  168. Maria Roberto
  169. Maria Rosaria De Rosa
  170. Maria Rosaria Russo
  171. Maria Teresa Persiani
  172. Maria Teresa Trinchieri
  173. Mariapina Di Flumeri
  174. Mariella Cambriani
  175. Maria Cirillo
  176. Mariella De Falco
  177. Mariella Piranio
  178. Marilena Scquizzato
  179. Marina Tamborrino
  180. Marisa Sorce
  181. Marta Tesei
  182. Maura Bartolini
  183. Michele Petrucci
  184. Mimmo Sciannamea
  185. Mirella Bertagna
  186. Nada Pace
  187. Nadia Falanga
  188. Nadia Soscia
  189. Natalia Torchiaro
  190. Nellina Cappuccio
  191. Nicola Gigante
  192. Nicoletta Maria Brambilla
  193. Nunzia Tufano
  194. Oriano Valenti
  195. Orietta Caproni
  196. Ornella Soressi
  197. Palmina Loizzi
  198. Paola Bellini
  199. Paola Dubois
  200. Paola Fiorentini
  201. Paola Giacalone
  202. Paola Mancuso
  203. Paola Pajno
  204. Paola Zangari
  205. Raffaela Migliavacca
  206. Raffaello Petruzzellis
  207. Reginaldo Giordani
  208. Riccardo Boresta
  209. Rita D’Offizi
  210. Rita Fazzina
  211. Roberta Onorati
  212. Roberta Rossi
  213. Roberto Coppola
  214. Romina Giampa
  215. Rosa Ciccone
  216. Rosa Maria Anzalone
  217. Rosa Nunziata
  218. Rosa Orlando
  219. Rosalba Nantista
  220. Rosalia Cassenti Toffe
  221. Rosalia Venturella
  222. Rosanna Bilotta
  223. Rosanna Riccobuono
  224. Rosella Bitti
  225. Rosina Torrini
  226. Rossella Arcuri
  227. Sabrina Cigognini
  228. Salvatore Calabro
  229. Salvatore Crivaro
  230. Sandra Mirone
  231. Serena Alfieri
  232. Silvana Calzone
  233. Silvana Mannino
  234. Silvia Mitrani
  235. Silvia Sartini
  236. Speranza Randaccio
  237. Stefania Basili
  238. Stefania Filipponi
  239. Stefania Filipponi
  240. Stefania Minerva
  241. Stefania Ongarato
  242. Stefania Pirolo
  243. Stefania Pirolo
  244. Stefania Ricci
  245. Susy Cantilena
  246. Tecla Tiberio
  247. Teresa Abbruzzese
  248. Teresa Alessandro
  249. Teresa Anna Meo
  250. Teresa Barraco
  251. Teresa Ferrarelli
  252. Teresa Fontana
  253. Teresa Scognamiglio
  254. Tiziana Viti
  255. Tonia D’Anna
  256. Tonia Fiorentino
  257. Tonia Taranto
  258. Ugo Senatore
  259. Val Cretaro
  260. Vincenzo serra
  261. Vito Rallo
  262. Zaira Giannecchini
  263. Roberto Nicchiarico
  264. Maria Ferrigno